Gli agrumi possono ammalarsi e sviluppare diverse patologie: ecco cosa bisogna fare per limitare i danni

Gli agrumi, come molte piante, sono soggetti a malattie, a volte anche gravi, che è bene diagnosticare in tempo e stroncare prima che diventino endemiche. Per favorire un sano risveglio primaverile delle piante di agrumi interveniamo, nel periodo invernale, con trattamenti specifici che servono anche per eliminare una buona parte delle larve e dei parassiti.

Malattie agrumi: quali gli interventi da effettuare?

Gli interventi da eseguire per prevenire le malattie agrumi devono limitare al minimo gli effetti tossici. Molto efficaci per le malattie agrumi sono i trattamenti con oli bianchi di origine minerale, che eliminano per soffocamento larve e insetti svernanti (gli oli si applicano proteggendosi adeguatamente).


Per combattere i funghi sono indicati i prodotti a base di rame.

Per aumentare l’efficacia contro le malattie agrumi e migliorare lo stato di salute della pianta, è preferibile intervenire prima con un’operazione di pulizia che consiste nell’eliminare i rami secchi, cortecce morte o parzialmente staccate.

Impariamo, quindi, a riconoscere le principali malattie agrumi . Alcune sono provocate da vari tipi di cocciniglia, dalle forme e dimensioni diverse che si insediano su rami, fiori e frutta.

Sottraggono la linfa della pianta provocando il disseccamento di rametti e cascola di frutti. La loro secrezione (melata) favorisce la diffusione della muffa nera chiamata anche fumaggine (3).

Se notiamo tracce di cocciniglia interveniamo subito con olio minerale emulsionato che agisce formando una patina che provoca asfissia degli insetti e delle larve. Se c’è presenza di fumaggine, trattiamo con un anticrittogamico a base di rame, efficace contro l’antracnosi (disseccamento di piccoli rami, gemme, foglie e fiori).

Se le foglie apicali appaiono accartocciate la colpa è di una larva, la minatrice serpentina, da debellare con un insetticida specifico.

Malattie agrumi | Come intervenire in modo mirato ultima modifica: 2017-06-30T12:33:17+00:00 da Faidate Ingiardino

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata