Le malattie del limone sono la prima causa della caduta dei frutti e di foglie nere e ingiallite. Se volete un albero sano e carico di limoni, dovete agire subito

La pianta di limone, come altre piante a vegetazione perenne, non ha mai un periodo di riposo. Possiamo però considerare le stagioni più fredde come il momento di minor attività del limone e  quindi il periodo ideale per intervenire contro i parassiti che lo minacciano. Infatti, effettuando nel periodo freddo i trattamenti adatti riusciamo ad eliminare una buona parte delle larve e dei parassiti svernanti, limitando al minimo gli effetti tossici.
In particolare, ecco quali sono le malattie del limone più comuni, che è bene individuare sul nascere e stroncare, prima che diventino endemiche:

  • Cocciniglie. Possono avere forme e dimensioni molto diverse e si insediano su rami, fiori e frutta. Sottraggono la linfa alla pianta, disseccano i rametti e provocano una caduta prmatura dei limoni;
  • Fumaggine. Nasce dalla secrezione delle cocciniglie ed è simile ad una muffa nera;
  • Antracnosi. Secca i piccoli rami, le foglie e i fiori;
  • Minatrice Serpentina. E’ una larva che si insidia tra le foglie apicali provocandone l’accartocciamento. 
cocciniglie limone

Esempio di cocciniglie del limone. La loro secrezione, detta “melata”, favorisce la diffusione della muffa nera chiamata fumaggine.

cocciniglie limone

Esempio di cocciniglie del limone.

Come curare le malattie del limone

Contro le cocciniglie è opportuno agire il prima possibile. Se vedete tracce di cocciniglie l’ideale sono delle combinazioni di oli minerali e insetticida. In particolare, la Bayer consiglia come olio Oliocin, che agisce fisicamente formando una patina che provoca asfissia degli insetti e delle larve, e come insetticida Reldan 22.


Fate attenzione nella somministrazione degli oli: questi infatti presentano un’alta tossicità anche per l’uomo, per cui conviene adottare precauzioni come guanti, tuta, cappuccio, maschera e occhiali. Irrorate in assenza di vento e comunque mai controvento. Purtroppo gli oli sono nocivi anche per le coccinelle svernanti allo stato adulto.

Per le malattie di origine fungina sono invece consigliati prodotti a base di rame, come il Cupravit efficace anche contro l’antracnosi.

Nel caso della minatrice serpentina, gli esperti consigliano un insetticida in particolare, il Confidor 200SL.

In tutti i casi, per aumentare l’efficacia dei trattamenti e migliorare lo stato di salute della pianta, è meglio intervenire prima con una operazione di pulizia, che consiste nell’eliminare i rametti secchi, e poi nello spazzolare il tronco. Potete aiutarvi con una spazzola di ferro o con dei guanti a maglia metallica, per eliminare le cortecce morte e parzialmente staccate o  i muschi, che possono dare ricovero agli insetti e ripararli dall’azione dell’insetticida. Quest’azione risanante, inoltre, fa sì che una parte di insetti muoia per semplice asportazione meccanica.

 

Malattie del limone | Come curare la pianta di limone ultima modifica: 2017-10-06T08:00:18+00:00 da Laila

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata