Un giardino verticale fai da te ha un modesto ingombro in profondità e garantisce un assortimento completo di erbe aromatiche o fiori

Costruire un giardino verticale fai da te è interessante soprattutto per chi dispone di un terrazzo o di un balcone con poco spazio da dedicare alle piante, ma anche coloro che possono godere di maggiore libertà possono essere attratti dalla semplicità realizzativa di un giardino verticale fai da te in rapporto al risultato sotto il profilo estetico e funzionale.

Chiunque, materiali alla mano, sappia utilizzare un trapano per mettere i tasselli a espansione, è in grado di ottenere una parete verde come questa in un paio d’ore o anche meno, perché da fare per costruire una parete vegetale c’è ben poco: tanto le tavole quanto i canali si possono far tagliare a misura al momento dell’acquisto, se non altro per praticità di trasporto. Ovviamente possiamo anche pensare di costruire un giardino verticale con pallet

Cosa serve per costruire un giardino verticale fai da te:

materiale per costruire giardino verticale

  • Per mettere a dimora le piante per giardino verticale si utilizzano spezzoni di canale di gronda in plastica lunghi un metro, per ciascuno dei quali occorrono due sostegni a parete e due chiusure laterali da acquistare contestualmente;
  • le tavole di supporto in legno, di pari lunghezza, misurano in sezione 120×20 mm (possiamo anche ricavarle dai pallet)
  • Per ciascuna fioriera occorrono inoltre 2 tasselli a espansione Ø 8×50 mm con viti Ø 5×70 mm e 6 viti da legno Ø 4×20 mm. Il legno va preventivamente trattato con un prodotto impregnante steso in almeno due mani.

Come realizzare un giardino verticale

Un muro in mattoni come quello protagonista di questa situazione merita una pulizia energica prima di installare le fioriere: l’impatto finale sarà indubbiamente migliore dopo aver rimosso la patina formata da sporco e smog avvalendosi del potente getto dell’idropulitrice.

Nelle tavole bisogna praticare due fori passanti Ø 4 mm, centrati sulla larghezza e a 200 mm dai lati corti; le tavole vengono poi utilizzate come maschere per marcare i punti in cui realizzare i fori nella muratura, aiutati da una livella a bolla affinché risultino in linea; si procede quindi alla foratura con punta da muro Ø 8 mm.

Per maggior sicurezza, prima della marcatura conviene fare sul retro della tavola un segno che permetta di distinguere il lato superiore da quello inferiore, in modo da ricollocarla nella stessa posizione al momento di fissarla; si inseriscono i tasselli nel muro e si avvita la tavola con le viti Ø 5×70 mm.

I supporti vanno avvitati alla tavola rientranti di 250 mm dai lati corti, riutilizzando la bolla per l’esatta verticalità e badando che siano allineati in altezza.

Prima di incastrare il canale bisogna aprire 5 fori per lo scarico dell’acqua con una punta da 8 mm; uno al centro, due a 50 mm dalle estremità e altri due centrati tra questi

Tenuto conto della crescita delle piante, le tavole vanno distanziate in altezza di circa 300 mm

La lunghezza dei supporti

La lunghezza di un metro per ciascuna “fioriera” è indicativa, ma tutto sommato ideale per questo scopo; certamente è possibile ridurla se lo spazio manca, mentre chi abbia voglia e possibilità di prolungarla in orizzontale dovrà quanto meno aggiungere un tassello e un supporto per il canale.




Piante per giardino verticale

Anche la scelta delle piantine da mettere a dimora è libera: le aromatiche sono sempre apprezzate per il loro profumo e l’utilità in cucina, ciò non toglie che si possano mettere a dimora piante ricadenti, verdi o fiorite, o tappezzanti che si accontentino di una modesta quantità di terra e possano formare una tavolozza più compatta. In questo caso, l’interasse tra le fioriere può anche essere ridotto rispetto a quello consigliato, in virtù del fatto che le parti aeree delle piante hanno uno sviluppo contenuto in altezza, con il risultato che, espandendosi, potrebbero nascondere le fioriere stesse.

Giardino verticale fai da te in 6 mosse! | Guida passo-passo ultima modifica: 2017-06-16T14:28:43+00:00 da Faidate Ingiardino

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata