Le rose sono tra i fiori maggiormente presenti nei nostri giardini: impariamo a moltiplicarle in maniera semplice ed efficace

Conoscere la tecnica più idonea per moltiplicare la rosa è senza dubbio importante se vogliamo arricchire il nostro giardino di altri esemplari di queste magnifiche piante. Il sistema più semplice per propagare le rose è senz’altro la moltiplicazione per talea, sia perché è facilmente realizzabile anche da un amatore alle prime armi, sia perché può essere applicata con buoni risultati praticamente a tutte le specie di rosa, dalle rose arbustive tradizionali, alle sarmentose a quelle in miniatura, senza che si verifichino gli inconvenienti legati all’altro grande metodo di moltiplicazione, cioè l’innesto, che richiede una buona esperienza e una certa abilità.

Talea di rosa: dalla pianta al vaso

taglio-talea

Preleviamo le talee a fine estate, da un ramo semilignificato. Devono avere una lunghezza minima compresa tra i 10-15 cm e devono essere tagliate in modo netto sotto il nodo. Il nodo è quella parte del fusto dove troviamo le gemme e le foglie, ed è da esso che si svilupperanno le radici, una volta che la talea avrà attecchito.

 

terriccio

Il terriccio deve possedere requisiti di leggerezza e permeabilità all’acqua. Un compost leggero facilita la radicazione delle talee.

 

togliere-foglie

Le talee, prima di essere impiantate, vanno private di quasi tutte le foglie, eccetto quelle che si trovano nella parte apicale, che dovranno comunque essere tagliate trasversalmente a metà. Quest’operazione permette di ridurre la traspirazione, ovvero la perdita di liquidi che avviene attraverso le foglie.

 

ormoni

Per aumentare le possibilità di successo è consigliabile trattare le talee con ormoni radicanti. È sufficiente immergere la base e procedere, immediatamente dopo, alla piantumazione.

 

piantare-talea-di-rosa

La piantumazione si effettua in contenitori abbastanza profondi perché la talea di rosa dev’essere interrata per circa 2/3 della sua lunghezza.

 

innaffiare

Dopo l’inserimento nel terriccio è necessario innaffiare le talee e collocarle in un luogo leggermente ombreggiato, riparate dalla luce diretta del sole.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata