Nel Seicento, alla corte del Re Sole, nasce il giardino alla francese

giardino-alla-francese-2

 

Influenzato dal Rinascimento italiano e dagli stessi giardini all’italiana, si differenzia da questi principalmente per la mancanza di terrazzamenti (facilmente comprensibile dalla morfologia del suolo francese, solitamente pianeggiante) e per la presenza di pendii dolci, di un grande studio sulle viste prospettiche, con viali e grandi canali d’acqua e, non ultimo, di una vegetazione che prevale sull’architettura.

 

giardino-alla-francese-3

 

Caratteristica tipica del giardino alla francese è l’uso dei cosiddetti parterre de broderie, ricami disegnati su aiuole con sabbie colorate (bianche, rosse, gialle, beige), con piccole siepi, solitamente di bosso nano. Gli esempi nei pressi di Parigi della residenza di Vaux e di quella di Versailles, i cui giardini sono stati progettati da Le Nôtre, sono, ancora oggi, il simbolo del potere assoluto del re Luigi XIV sulla Francia e parte dell’Europa tra XVII e XVIII secolo.


Giardino alla francese: caratteristiche ultima modifica: 2016-11-07T09:25:47+00:00 da Faidate Ingiardino

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata