Ordine con aiuole regolari dalle forme geometriche o caos apparente: l’importante è creare il proprio spazio verde.

Gli appassionati di giardinaggio coltivano i fiori preferiti in ordinate aiuole, in appositi contenitori, magari alternando i colori, oppure in modo apparentemente caotico, in spazi dove è piacevole miscelare fiori di diverse forme e colori.

ORDINE

Il giardino “ordinato” ci ricorda quello all’italiana, in cui tutto è regolare; in molti casi le aiuole sono delimitate da piccole siepi di bosso che racchiudono le fioriture stagionali, oppure le rose rifiorenti, belle anche d’inverno con le loro bacche colorate. Si possono seminare i fiori in file o in grandi aiuole geometriche. Anche con i contenitori si può creare un angolo in cui regni l’ordine, seminando, o trapiantando piantine in cerchi concentrici, alternando le essenze in base al colore o all’altezza che raggiungeranno nel momento di massima fioritura. Naturalmente all’esterno si posizionano le piantine più basse, per concludere con il centro in cui spiccheranno quelle più alte.

 

ordine-1

Un perfetto triangolo per l’aiuola che ha alla sua base l’alisso nano; il suo colore violetto si abbina perfettamente con le fioriture giallo e arancione che terminano al vertice. Nel progettare le aiuole è importante l’accostamento dei colori, per un effetto estetico piacevole ed ordinato.

CAOS

Quello che può sembrare disordine è sapientemente studiato e comporta la conoscenza delle varie specie ed il saper accostare colori e volumi. Prendiamo ad esempio i bordi misti: lunghe aiuole colme di erbacee perenni e, secondo le stagioni, anche di bulbose, piccole conifere e arbusti. Nel pieno della fioritura appare come la vivace tavolozza di un pittore.

 

ordine-2

Piccoli arbusti, rose rosse, peonie rosa, iris lilla, garofanini bianchi e tanti altri fiori ed essenze verdi formano questo bordo misto al limitare di un prato.

 

 

ordine-3

Tanti piccoli e colorati fiori in questa aiuola, quasi un giardino roccioso, nel quale i colori sono sapientemente dosati e ci appaiono come un quadro della Pop Art. Le piantine sono messe a dimora in sacche di terreno tra una pietra e l’altra.

 

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata