L’esclusivo essiccatore Made in Italy che completa la cucina con preziose delizie, conservando il buon gusto della tradizione in modo nuovo e sano

Biosec è un essiccatore automatico che ci consente di trattare frutta, verdura e altro, permettendoci nuove possibilità per la loro conservazione.
Oltre che per mantenere le proprietà organolettiche dei prodotti, l’essiccatore può essere utilizzato per inventare ricette e composizioni originali.
I sapori si conservano intatti: le primizie dell’orto, la frutta di stagione, i funghi, le erbe, colti nel periodo giusto e conservati in modo naturale, prolungano nel tempo gusti e aromi.
Biosec, inoltre, evita gli sprechi, perché permette di utilizzare e dare valore alle eccedenze di orto e frutteto.


Il MODULO BASE è formato da:

  • un contenitore (tunnel) a sezione quadrata nel quale vengono collocati i cestelli di essiccazione, inseriti sulle guide di scorrimento;
  • una porta mobile, internamente alla quale sono applicate un’elettroventola, che spinge l’aria attraverso i cestelli nel tunnel, e una resistenza elettrica, che consente di accelerare il processo di essiccazione e renderlo sicuro anche di notte e nei periodi di bassa temperatura ed elevata umidità atmosferica;
  • una seconda porta mobile per chiudere l’apertura frontale del contenitore.
    Le porte sono dotate di piccoli fori per consentire il passaggio dell’aria, ma non degli insetti;
  • cestelli grigliati per la collocazione del materiale da essiccare, da inserire all’interno del tunnel utilizzando le guide di scorrimento; il numero ed il materiale di costruzione dei cestelli è variabile in conformità al modello utilizzato.

PULIZIA E MANUTENZIONE
L’essiccatore non richiede particolari attenzioni: per la pulizia si raccomanda comunque di non utilizzare panni abrasivi o attrezzi che ne possano compromettere l’aspetto estetico, né solventi sulle parti di plastica.
Si consiglia l’utilizzo di un panno lievemente inumidito con acqua e/o detergente neutro. Controllare periodicamente che la griglia di aspirazione sia libera da eventuali filacci e lanugine, che possono compromettere la normale circolazione d’aria. I cestelli possono essere lavati con acqua anche molto calda e detersivo, sia a mano che in lavastoviglie.

 

Cosa e come essiccare

Le tipologie di prodotti da essiccare, oltre ad essere le più svariate, sono destinate ad aumentare e a diversificarsi sempre più, a seconda delle esigenze e della fantasia di ciascuno.
Ecco solo qualche esempio di prodotti che è possibile conservare grazie al sistema di essiccazione.
frutta: mele, pere, banane, fragole, cachi, fichi, prugne, pesche, kiwi, uva, ananas, arance, ecc.
ortaggi: pomodori, melanzane, peperoni, peperoncini, zucchine, fagiolini, sedano, spinaci, carote, cipolle, zucche, ecc.
funghi: porcini, chiodini, finferli, ecc.
carne e pesce: cavallo, manzo, maiale, lavarello (anche detto coregone), agone, missoltini, ecc.
pasta: tutti i tipi di pasta fresca.
erbe aromatiche: rosmarino, basilico, prezzemolo, timo, salvia, menta, erba cipollina, iperico ecc.
fiori: camomilla, rosa, zagara, zafferano, ecc.
…e tutto quello che ci passa per la testa: polline, pasta di sale, pasta di zucchero, meringhe, lavori decorativi, ecc…

Come essiccare

  1. tagliare il prodotto da essiccare a fette più o meno spesse, mai superiori ad un centimetro di altezza, a seconda del grado di acquosità. In alcuni casi sarà sufficiente dividere il prodotto a metà.
  2. appoggiare le fette così ottenute sui cestelli in dotazione e reinserirli all’interno del tunnel.
  3. selezionare il programma desiderato ed avviare l’essiccatore.

 lavare le albicocche albicocche essiccateutilizzare l'essiccatore

 

 

 

 

 

 

 L’essiccazione è uno dei pochi metodi di conservazione degli alimenti che permette di mantenerne pressoché inalterate caratteristiche organolettiche e componenti nutritive. Il cibo essiccato non subisce alcun intervento di tipo chimico o meccanico, né l’aggiunta di conservanti o di altre sostanze artificiali.
Il processo di eliminazione dell’acqua priva i microrganismi decompositori dell’elemento fondamentale per la loro azione e, in definitiva, ne blocca l’attività. La mancanza di liquidi inibisce lo sviluppo di microbi e previene l’ossidazione dei cibi.
Inoltre, un prodotto essiccato permette di ridurre l’ingombro iniziale anche dell’80-90%. Per questo l’essiccazione è indicata anche e soprattutto per chi ha una casa piccola ed è costretto a fare economia di spazi nella propria dispensa.
Infine, essiccare i prodotti permette di conservare per tutto l’anno frutta e verdura di stagione, acquistate al supermercato o direttamente coltivate nel proprio orto, senza farle arrivare in pieno inverno dalla parte opposta del pianeta.
Un prodotto essiccato può essere conservato senza la necessità di disporre di celle frigorifere e senza accollarsi i costi della conservazione sott’olio, sott’aceto o sotto sale.
è facile intuire i vantaggi – anche in termini economici – garantiti da una dispensa piena di prodotti tipicamente stagionali, ma consumabili tutto l’anno: non sarà necessario acquistare a prezzi esorbitanti ortaggi e frutta per gustare i sapori dell’estate anche a dicembre.

Essiccazione di frutta e verdura ultima modifica: 2013-10-15T15:40:11+00:00 da Faidate Ingiardino

Post correlati

1 risposta

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata