Il prezzemolo è un arbusto sempreverde coltivato per i fiori e il fogliame aromatico, ottimo da utilizzare in cucina

Il prezzemolo è un’erbacea biennale, viene coltivata come annuale. Presenta radice a fittone e stelo fiorito che può raggiungere il metro di altezza.
Le foglie del prezzemolo sono profondamente divise e i fiori si presentano all’interno di ombrelle giallo-verdastri che sbocciano in estate.
I semi, scuri e formati da due porzioni globose (diacheni), sono contenuti nei frutti.

Come coltivare il prezzemolo

Durante la primavera si semina in piena terra. Va annaffiato abbondantemente. Se presenti erbe infestanti vanno eliminate. Con l’arrivo dei primi caldi estivi il prezzemolo va annaffiato giornalmente e vanno eliminate le
infiorescenze.
Durante la stagione autunnale e invernale si effettuano gli ultimi tagli delle foglie; comunque, in questa stagione la pianta non necessita di cure particolari.

Malattie e sintomi

  • Mosca dei sedani: foglie gialle e traslucide, presenza di gallerie nelle foglie. In caso di forte infestazione intervenire con un insetticida a base di piretroidi.
  • Septoriosi: foglie con macchioline che da giallastre diventano secche e scure. Solo in caso di forte infestazione utilizzare un fungicida a base di rame.
  • Marciume del colletto: funghi appartenenti al genere Pythium, Phithophthora e Sclerotinia, si combattono sulle giovani piantine con fungicidi specifici a base di propamocarb o fosetyl-alluminio.
    Sia le malattie fungine che quelle dovute ad insetti vanno evitate attraverso opportune cure colturali, tenere sempre ben drenato il terreno e arieggiata la parte aerea delle piantine. In caso di impiego di fungicidi
    o insetticidi, rispettare sempre l’intervallo di carenza indicato in etichetta (tempo necessario che deve intercorrere tra trattamento e raccolto) perché la pianta è destinata al consumo alimentare.

Prezzemolo in breve

  • Esposizione: al sole o in leggera ombra.
  • Temperatura: molto sensibile al freddo.
  • Acqua: abbondanti apporti giornalieri nella stagione vegetativa marzo-settembre.
  • Terreno: fresco, ricco di sostanza organica.
  • Concimazione: non si effettua questa operazione.
  • Fioritura: durante l’estate.
  • Propagazione: per seme in marzo-aprile, direttamente in piena terra, a spaglio o a file.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata