La Yucca è una bellissima pianta da esterno che vive benissimo anche in casa. Non è da confondere con la Yuca da cui si ricava la Manioca

La Yucca pianta si compone di un fusto legnoso, robusto, cilindrico, a portamento arboreo, poco ramificato, da cui spuntano foglie appuntite e lineari, prive di spine, di colore verde lucido, rigide ed erette riunite in rosette. Viene anche coltivata in forme in cui le foglie fuoriescono direttamente dal terreno.

I fiori della Yucca si aprono da agosto a settembre, ma non sono rare fioriture più tardive. Sono penduli, riuniti in pannocchie di fiori campanulati color bianco-avorio e profumati.


Tra le varietà di diffusa ricordiamo la Yucca rostrata e la Yucca filamentosa.

Se si parla di Manioca non si intende lo Yucca tubero, ma il tubero della pianta Yuca (con un c in meno).

Coltivazione

Posizionare la pianta Yucca in un luogo non soggetto a correnti d’aria o sbalzi bruschi di temperatura. Da aprile a settembre, la Yucca può essere esporta all’aperto in totale luce. Innaffiare frequentemente durante la stagione estiva, facendo attenzione a non esagerare, mentre occorre diradare le annaffiature con il sopraggiungere dell’inverno. Evitare i ristagni d’acqua perché il tronco potrebbe marcire. Mantenere l’umidità intorno alla parte aerea della pianta elevata e ricordarsi di drenare bene il terreno.

Esposizione

Sia se utilizzata come pianta da appartamento che come yucca pianta da esterno, preferisce un esposizione in piena luce.

Temperatura

D’estate la pianta resiste bene sino a 28 °C. In inverno Ia temperatura ottimale e compresa fra i 12 e i 15 °C.

Acqua

Annaffiare con moderazione nel periodo tra aprile e ottobre, facendo attenzione a non far ristagnare l’acqua nel sottovaso.

Terreno

Leggero con mix di 7 parti di lapillo o pomice, di tre parti di torba e due di sabbia grossolana.

Concimazione

Ogni 15-20 giorni circa, da marzo a ottobre, con un fertilizzante liquido specifico per piante verdi d appartamento.

Fioritura

Coltivata in vaso fiorisce molto raramente. Le fioriture sono più frequenti se coltivata in terrene pieno. Produce fiori bianchi campanulati.

Propagazione

Per mezzo di talee di segmenti di tronco, divisione dei polloni basali o, con Ia semina, in vasi o cassette e successive trapianto a dimora.

Yucca potatura

Non si deve potare perché soffre molto. Se lo si fa solo minimalmente.

Yucca Malattie e sintomi

Yucca foglie gialle

Carenza di illuminazione. Portare la pianta in una posizione più luminosa.

Foglie ingiallite e in parte secche

Presenza di colonie di scudetti soprattutto sulla parte inferiore delle foglie: cocciniglie. Si eliminano manualmente con un batuffolo di cotone imbevuto di alcol denaturato o eseguendo un trattamento con un olio minerale attivato con clorpirifos-metile o thiacloprid o imidacloprid.

Presenza di macchie ellittiche di colore bruno

Maculature fogliari della Yucca (malattia fungina). Asportare e distruggere le foglie che presentano i sintomi e preventivamente eseguire un trattamento con un fungicida a base di rame.

Macchie puntiformi decelerate e presenza di piccole ragnatele

Eseguire un trattamento con un acaricida specifico avendo cura di bagnare tutta la vegetazione.

Imbrunimenti e marciumi

Marciume molle batterico. Evitare i ristagni di acqua, mantenere sempre ben drenato il terreno, porre attenzione, durante le operazioni colturali, a non provocare ferite nella parte basale della pianta e, in case, utilizzare un fungicida a base di rame per disinfettarle.

 

Yucca in vaso e giardino ultima modifica: 2017-10-19T14:52:03+00:00 da Faidate Ingiardino

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata