Quando le piante grasse non stanno più nel vaso, possiamo suddividerle e moltiplicarle con semplici operazioni

La moltiplicazione piante grasse (come ad esempio delle cactacee e delle succulente) è molto agevole.

La divisione del cespo è forse la tecnica più sicura per effettuare la moltiplicazione piante grasse perché ci troviamo di fronte a una pianta già provvista di radici che richiede soltanto di essere collocata nel vaso.


La divisione di cespo non è altro che la separazione di tante piantine autonome, provviste di radici, da una pianta madre. Le piantine così ottenute vanno subito collocate in vasi singoli con substrato costituito da una miscela di sabbia e terriccio e trattate, da subito, come piante adulte.

Preparare il terriccio per riprodurre piante grasse

Servono: terriccio specifico per cactacee (70%); sabbia a granulometria grossolana mescolata a materiali inerti (pomice ecc).

I componenti vanno mescolati accuratamente al fine di formare un composto uniforme e ben omogeneo.

Poi si riempiono alcuni vasetti in ognuno dei quali verrà inserita una parte della pianta madre.

Moltiplicazione piante grasse

Facendo attenzione a non danneggiare le radici, estraiamo l’apparato radicale dal vaso e separiamo ogni piantina dalla zolla comune, conservando più composto possibile con le radici.

L’azione di separazione deve essere lenta e misurata per ridurre al minimo la quantità di radici spezzate.

Riempiamo alcuni vasi con la miscela terriccio-sabbia-inerti preparata in precedenza. Mettiamo ciascuna piantina in un vaso e ricopriamo la superficie di sabbia. D’ora in poi la nuova piantina ha bisogno delle medesime cure colturali della pianta madre.

Moltiplicazione piante grasse | Come riprodurle fai da te ultima modifica: 2017-11-14T15:53:50+00:00 da Faidate Ingiardino

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata