L’Ornitogallo, conosciuto anche come stella di betlemme, è un genere che comprende circa 80 varietà di bulbose provenienti da Africa, Europa e Asia

Appartenente alla famiglia delle Hyacinthaceae, l’ornitogallo (ornithogalum) è una bulbosa dalle attraenti foglie lineari, e profumati fiori stellati bianchi o bianco-argenteo, prevalentemente prodotti in primavera. Alcune varietà tollerano condizioni molto fredde, altre crescono bene presso zone più calde.

Creste di gallo fiori

Molte sono le denominazioni utili nel linguaggio comune per riferirsi a questa pianta: cipollone bianco, latte di gallina, creste di gallo. Questo è dovuto alla sua infiorescenza, che, quando chiusa, assume una forma simile a una cresta di gallo.

Le sue imponenti spighe di fiori bianchi, che esibisce in estate, crescono fino a circa 45 cm di altezza. Le foglie sono strette, con la lamina allungata. Le due varietà più apprezzate sono l‘o.thrsoides e l’ornitogallo arabico. La prima è particolarmente diffusa per i suoi fiori arancioni-biancastri, ideali per comporre mazzi recisi; la seconda è molto più delicata, alta fino a 60 cm, che si adatta ai climi più freddi se ben protetta dal gelo.

Un esempio di fiori recisi dell’ornithogalum arabicum.

Coltivazione

Esposizione

L‘ornithogalum preferisce una posizione aperta e soleggiata, ma possiamo anche esporlo a mezz’ombra. Nelle zone più fredde sviluppiamolo in vaso come pianta da appartamento o in serra fresca.

Tipo di terreno

Scegliamone uno comune da giardino ben drenato ma non necessariamente ricco. Sono ottimi per bordure, giardini o prati.

Irrigazione

All’esterno annaffiamo fino a che il terreno non risulti completamente secco; in vaso teniamo il terriccio abbastanza umido.

Concimazione

Non sono generalmente necessarie fertilizzazioni, ma suggeriamo di applicare un concime ben bilanciato o ricco di potassio quando inizia la crescita, in modo da facilitare la fioritura.

Fioritura

I fiori compaiono generalmente in primavera e all’inizio dell’estate.

Propagazione

Possiamo piantare i bulbi sia in primavera sia in autunno, a una profondità di 5 cm e distanziati di 20-30 cm. Conserviamo le varietà non resistenti al freddo in un posto asciutto e fresco, così da ripiantarle la primavera successiva. Quelle resistenti, invece, possono essere divise dopo la fioritura e ripiantate immediatamente.

Malattie e cura

Queste bulbose sono piuttosto rustiche e non danno particolari problemi.

Ornitogallo | Bulbose dai bellissimi fiori bianchi ultima modifica: 2018-02-09T11:07:25+00:00 da Faidate Ingiardino

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata