La Billbergia è una pianta d’appartamento ideale da sviluppare in vaso: la sua fioritura intermittente dura per tutto l’anno, anche se non per lunghissimi periodi

Appartenente alla famiglia delle Bromeliaceae, la Billbergia, conosciuta anche come lacrima d’angelo, è una pianta estremamente semplice da coltivare. Nel suo habitat naturale, in Sud America, la si può “scovare” con facilità sospesa sugli alberi. Ha una caratteristica non da poco: se lasciata moltiplicare, ogni “vaso” tenderà a produrre diverse infiorescenze di diversi colori contemporaneamente.

La pianta e le varietà

Pianta esotica, le sue foglie lunghe e strette formano belle e spinose rosette tubolari, che in alcune varietà possono presentarsi leggermente macchiettate, striate o variegate, con tonalità dal verde al grigio-verde. I fiori sono raccolti in spighe ricadenti e arcuate e non sono molto longevi: le brattee appaiono rosa o rosse, mentre i petali sono di un colore misto tra il blu e il verde.

La varietà Nutans si coltiva facilmente e regala bellissimi fiori multicolori.

La varietà maggiormente apprezzata e coltivata è la Billbergia nutans, conosciuta per le sue adattabilità di coltivazione e per le foglie strette e verdi che possono raggiungere una lunghezza di 30 cm. La Billbergia zebrina, invece, è contraddistinta da un fogliame striato d’argento e da infiorescenze piuttosto gialle, circondate da grandi brattee rosa.

Coltivazione

Esposizione

Scegliamo una posizione al riparo dal gelo e con una temperatura minima garantita che non scenda almeno sotto i 5 °C. Alcune varietà apprezzano il pieno sole, ma in estate è meglio spostarle al riparo in un luogo abbastanza ombreggiato.

Tipo di terreno

Può andare bene una normale miscela da vaso ben drenata, meglio se povera e non nutrita esageratamente.

Irrigazione

Non annaffiamo troppo, ma è sempre bene mantenere un po’ di acqua nel sottovaso. Nebulizziamo regolarmente il fogliame.

Concimazione

Non è molto necessaria, anche se si puà scegliere di aggiungere del fertilizzante liquido durante la stagione di crescita.

Propagazione

Si propaga da polloni delle piante più vecchie, meglio se questi vengono prelevati nei mesi invernali.

Malattie e cura

Non sono noti particolari problemi.

Billbergia | La “lacrima d’angelo” a fioritura intermittente ultima modifica: 2018-06-20T11:26:03+00:00 da Faidate Ingiardino

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.