Un dondolo da giardino fai da te in legno, realizzato con travi di recupero robuste e stagionate

Questo dondolo da giardino robusto e di linea essenziale, si realizza rapidamente con le comuni attrezzature; si ambienta in qualsiasi giardino, e le misure possono essere leggermente variate secondo le esigenze, fatta salva la ergonomicità del sedile, riguardo altezza da terra e inclinazione dello schienale.

Le travi di recupero di un tetto forniscono un’ottima disponibilità di legname robusto e stagionato; è sufficiente squadrarle e tagliarle nel senso della lunghezza per ricavare tutte le assi necessarie, scartando solo quelle troppo danneggiate o rovinate da nodi e imperfezioni.


Il legname di recupero di solito è stagionato, robusto, e può essere disponibile in grande quantità, per ottenere a costi limitati mobili e costruzioni. Ed è proprio grazie a travi di recupero di vecchi tetti che ci siamo cimentati nella impegnativa costruzione di un dondolo da giardino in legno, con un costo di poco superiore ai 100 euro.

Occorrente

Gli utensili

  • Sega circolare;
  • pialla;
  • levigatrice orbitale;
  • trapano con avvitatore;
  • fresatrice;
  • pennello.

I materiali

  • Listelli sezione 20×90 mm per la seduta, i telai della seduta e gli accessori;
  • travetti sezione 40×80 mm per i sostegni a V rovesciata;
  • trave sezione 40×100 mm  per la  traversa orizzontale, su una luce di circa 2000 mm;
  • 4 occhielli a legno;
  • 4 catene;
  • 2 molle;
  • 2 staffe;
  • bulloni;
  • viti 3×40 mm;
  • viti 5×100 mm;
  • impregnante.

Dondolo da giardino fai da te – Realizzazione

dondolo da giardino fai da te

Si rifilano i travi con la sega circolare per squadrarli, e si tagliano nel senso della fibra in modo da ricavare tavole, più sottili per rivestire il sedile, più robuste per l’intelaiatura.

Per il sedile si parte da tre telai di sostegno a V, alti 700 mm e profondi 600, con il braccio verticale inclinato verso l’esterno. Vi si avvitano i listelli trasversali che compongono la seduta e si aggiungono lateralmente i braccioli sagomati.

Il telaio portante, costituito da travetti più robusti, è formato da due “V” rovesciate alte da terra 1800 mm, larghe 1200 mm alla base, a cui si aggiunge, all’altezza di 800 mm da terra, un piano sagomato che le irrobustisce perché chiude il triangolo e insieme fa da ripiano portaoggetti. Le due V si collegano ai vertici, mediante viti robuste, a un trave orizzontale che regge il dondolo da giardino.

Le due catene laterali, di diversa lunghezza, sono fissate con occhielli allo schienale e alla base dei telai del sedile. In alto sono appese alla traversa, su cui sono predisposte delle staffe metalliche imbullonate.

L’aggancio avviene non direttamente alla catena, ma mediante molle, che si trovano come ricambi nei negozi di mobili da giardino, e che hanno la funzione di ammortizzare il dondolìo. Il legno si rifinisce verniciandolo con un buon impregnante per esterni.

Scopri anche come costruire una panca da giardino.

Dondolo da giardino in legno | Realizzazione fai da te ultima modifica: 2020-02-25T10:00:33+01:00 da PA

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

GRATIS

la rivista
multimediale

Leggi subito il nuovo numero
di FEBBRAIO-MARZO 2020

e scarica il PDF

Un nuovo numero disponibile ogni due mesi.
Con costruzioni fai da te e idee per la tua voglia
di bricolage
e di giardinaggio