Con una buona macchina e i giusti accessori non c’è sporco che tenga: il getto ad alta pressione permette pulizie efficaci e approfondite su qualsiasi superficie

Volendo acquistare un’idropulitrice e valutata l’ampia offerta proposta spesso ci si trova in confusione, è lecito domandarsi: quale idropulitrice scegliere? O meglio ancora… quale idropulitrice meglio risponde alle nostre necessità di pulizia?

Sembra difficile da credere, ma un’idropulitrice fa risparmiare acqua: questo grazie al getto a pressione elevata che riduce i tempi di pulizia e garantisce risultati migliori con meno fatica.

Nel tempo che un tubo da irrigazione consuma 300 litri d’acqua un’idropulitrice ne consuma da 30 a 60 e la pressione è di 100-160 bar contro i 3 dell’acqua di rete.

Come è fatta un’idropulitrice

Prima di fare qualsiasi tipo di valutazione è fondamentale conoscere la macchina nelle sue caratteristiche principali, che possiamo riassumere nel disegno sottostante.

Prima di accendere la macchina occorre collegare il tubo d’ingresso e aprire il rubinetto per far entrare l’acqua: il motore non deve girare a vuoto senza essere rifornito. Dopo l’uso la macchina rimane in pressione e lo sgancio risulta difficoltoso per la forte tenuta della guarnizione, pertanto prima di staccare il tubo si deve scaricare la pressione residua premendo il comando del getto sulla pistola. Alcuni modelli montano un filtro all’ingresso dell’acqua, da controllare con frequenza per evitare incrostazioni che riducano la portata.

Idropulitrice quale scegliere?

Le caratteristiche vanno valutate in base alle esigenze, ma se si prevede l’uso di detergenti, meglio una macchina che inietta il prodotto senza attraversare la pompa e ne prolunga la durata; se il serbatoio del detergente è estraibile è molto più semplice eseguire la sua pulizia dopo l’uso.

Nella scelta dell’idropulitrice si tende a valutare soprattuto la pressione d’erogazione, ma la portata può essere più importante: una buona portata rende più efficace la pulitura delle superfici.

La pompa è il cuore della macchina: una testata di ottone o alluminio è meglio di una in plastica che, tra l’altro, è solitamente un pezzo unico e non permette interventi di riparazione, quindi in caso di guasto va sostituita in blocco. Gli attacchi degli accessori possono essere di tipo a baionetta o a vite: il primo permette di sostituire gli accessori più rapidamente, ma il secondo, in media, dura più a lungo.

Una scelta sicura è sicuramente rappresentata dalle idropulitrici Kärcheridropulitrici Bosch, idropulitrici Lavor

Le caratteristiche principali di una idropulitrice di qualità

Regolando la potenza e l’ampiezza del getto si può rimuovere qualsiasi tipo di sporco dalle pavimentazioni esterne.

Su alcune macchine si può montare l’accessorio per sabbiare e rimuovere ruggine o croste di smalto dalle superfici.

Alla macchina può essere collegato anche uno speciale flessibile concepito per sturare le tubazioni.

Le lance consentono di lavare auto, barche, moto, camper raggiungendo zone difficili, per esempio l’interno dei parafanghi.

Esistono vari tipi di spazzole, fisse, snodabili e rotanti, con setole di vario tipo, per il lavaggio di vetri e di varie strutture.

Con speciali spazzole racchiuse in un involucro si possono pulire il patio o il terrazzo senza spruzzare acqua ovunque.

Funzioni e accessori

Il terminale della lancia permette di regolare il getto in modo da avere un ventaglio più o meno ampio.

Su alcuni modelli è presente una manopola che regola la pressione erogata dalla pompa: è utile soprattutto per adeguare l’emissione a particolari aggiuntivi che possono essere inseriti al posto della lancia in dotazione.

L’arrotolatore integrato permette di riavvolgere correttamente il tubo flessibile senza strozzature che potrebbero provocare l’effetto “flusso pulsante”, tipico di un’erogazione difficoltosa o forzata.

Il terminale a flusso rotante è efficace contro lo sporco ostinato su superfici irregolari o molto ruvide.

Link utili

Abbiamo realizzato diverse recensioni prodotti inerentemente alle idropulitrici, eccone qualcuna:

Idropulitrice quale scegliere? | Le giuste valutazioni da fare prima dell’acquisto ultima modifica: 2018-07-18T10:38:37+00:00 da Faidate Ingiardino

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.