Gli irrigatori a picchetto rappresentano un valido aiuto per l’irrigazione del nostro spazio verde

La comodità e flessibilità d’uso degli irrigatori a picchetto è nota, si installano facilmente e possono essere posizionati strategicamente in funzione della zona da irrigare nonché componenti fondamentali di un sistema di irrigazione progettato per limitare il consumo d’acqua.

Per irrigare bene e in modo efficiente con gli irrigatori a picchetto, il sistema d’irrigazione dev’essere progettato (e quindi scelto) per ridurre al minimo le perdite, sia durante l’approvvigionamento e la distribuzione dell’acqua sia nel corso della sua distribuzione. Prima di raggiungere le radici, l’acqua può scorrere via sulla superficie, evaporare nell’atmosfera, oppure semplicemente non raggiungere i punti giusti del terreno.


La ricerca Claber punta a ottimizzare al massimo l’efficienza degli irrigatori a picchetto, ovvero il rapporto fra la quantità d’acqua erogata e quella effettivamente utilizzata dalle piante. Il sistema di irrigazione a picchetto che raggiunge i più alti livelli di efficienza è l’irrigazione a pioggia (ma anche l’irrigazione a goccia) . La programmazione elettronica contribuisce in maniera notevole a limitare in consumi.

Basta infatti un programmatore a batteria, per determinare con esattezza la quantità d’acqua da utilizzare per gli irrigatori a picchetto e per effettuare l’irrigazione nell’orario migliore: dopo il tramonto e all’alba, minimizzando le perdite causate dall’evaporazione. Claber

Irrigatori montati su picchetto Claber, una scelta sicura

Irrigatori su picchetto Claber | Scelta e utilizzo ultima modifica: 2017-05-26T10:48:33+02:00 da Faidate Ingiardino

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

GRATIS

la rivista
multimediale

Leggila subito
e scarica il PDF

Un nuovo numero disponibile ogni due mesi.
Con costruzioni fai da te e idee per la tua voglia
di bricolage
e di giardinaggio