Il manto erboso è l’elemento portante di ogni giardino in quanto collega o contorna le aiuole, le bordure e le piante. Per mantenerlo a lungo in salute dobbiamo arieggiare il prato almeno due volte all’anno

Nel caso di un manto erboso vecchio e sofferente, prima di pensare ad un’asportazione e ad una risemina radicale, conviene arieggiare il prato accuratamente per mezzo dell’apposito apparecchio, detto arieggiatore. Arieggiare il prato consiste nel rompere lo strato spesso e infeltrito della superficie del manto erboso, in modo da asportare una grande quantità di residui vegetali ed aprire molteplici vie d’accesso verso le radici in modo che aria, acqua e luce possano ricreare un ambiente ideale allo sviluppo delle piantine di erba. Il periodo migliore per arieggiare il prato è l’inizio del periodo vegetativo, in modo da consentire all’erba di crescere densa e verde. L’ operazione va ripetuta a settembre per evitare la formazione del muschio:  l’importante  è evitare di arieggiare il prato dopo ottobre poiché non sarebbe più in grado di riprendersi.

 

arieggiare il prato trasemina, arieggiatoreL’arieggiatore è un attrezzo dotato di motore elettrico o a scoppio che mette in rotazione più ruote dentate le quali scalfiscono il terreno per la profondità di qualche centimetro. Il materiale asportato dalla superficie si raccoglie liberando il terreno.

 

arieggiare il prato nutrutiviDopo l’arieggiatura conviene procedere con una “trasemina” (semina in zone in cui l’erba manca) ed una concimazione. I concimi idonei sono miscugli di vari elementi nutritivi. Per spargerli possiamo utilizzare l’apposito seminatore manuale, dividendo la quantità necessaria in due parti che vanno depositate passando in due direzioni incrociate. É bene ricordare che non si concima mai quando è molto caldo perché si possono provocare gravi ustioni alle piante. Se erroneamente è stato fatto, irrigare il prato abbondantemente. Non concimare in pieno inverno in quanto non si otterrebbe alcun risultato (l’erba è in fase di riposo) ed il prodotto andrebbe in parte sprecato. Per approfondire quali concimi sono più adatti consulta questa pagina.

SCOPRI COME COSTRUIRE UN RULLO AIEGGIATORE FAI DA TE

Arieggiare il prato ultima modifica: 2013-12-05T15:07:23+00:00 da Faidate Ingiardino

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata