Gli arbusti e gli alberi del Prunus sono coltivati sia come piante ornamentali sia per i frutti: quali sono?

Appartenente alla famiglia delle Rosaceae, il Prunus è un genere di arbusti prevalentemente decidui e nativi dell’emisfero settentrionale, in particolare dell’Europa e dell’Asia. Comprende molti deliziosi frutti con nocciolo commestibili e abbraccia, grazie alla sua struttura, un’ampia gamma di forme.

Le varietà

Tutte le varietà hanno uno splendido fogliame autunnale e fiori attraenti, che compaiono da inizio a fine primavera salvo diversamente specificato. Questi sono semplici o doppi, bianchi, rosa o nelle sfumature del rosso. Tra le varietà più comunemente coltivate e apprezzate abbiamo:


  • la prunus armeniaca, il più comune albicocco, coltivata per i frutti particolarmente buoni e commestibili;
  • la prunus serrulata, che raggiunge gli 8-9 m di altezza ed è la pianta genitrice di molti ibridi atraenti, con portamento e fiori variabili;
  • la prunus cerasifera, nota come visciola o mirabolano, é coltivata nelle regioni mediterranee da molto tempo, sia come pianta ornamentale sia per i frutti;
  • la prunus lauroceraus, il più comune lauceraso, originario dell’Europa orientale e del sud-ovest dell’Asia.
  • la prunus tenella, sempreverde particolarmente adatta per essere impiegata come pianta da fiore.

L’albicocco è il più diffuso di questo genere, soprattutto per i frutti commestibili.

Coltivazione

Esposizione

Questi decidui da fiore necesitano di pieno sole e per avere una buona riuscita dovrebbero essere protetti dai venti forti. I sempreverdi prosperano in una leggera ombra.

Tipo di terreno

Tutti i pruni crescono rigogliosi in un suolo ben drenato arricchito di materia organica. Le varietà sempreverdi stanno bene anche su suoli sottili e sabbiosi.

Irrigazione

Annaffiamo liberamente nei periodi secchi, specialmente quando iniziano a formarsi le gemme dei fiori.

Concimazione

Lavoriamo il terreno intorno alle radici con farina d’ossa, preferibilmente in primavera e in autunno.

Propagazione

Incrementiamo le varietà sempreverdi, tappezzanti e da siepe a partire da talee semimature prese dalla metà alla tarda estate. Quelle da fiore normalmente sono innestate sulla P.avium.

Malattie e cure

Teniamo sotto controllo la malattia della foglia d’argento: recidiamo oltre i 15 cm le parti infette, con i tessuti chiazzati di porpora, e bruciandole.

La p.tenella é la varietà che più impiegata per le siepi da giardino.

Leggi anche l’articolo sul Prunus spinosa.

Prunus | Quali sono le piante da fiore? Coltivazione e varietà ultima modifica: 2018-03-06T10:28:00+01:00 da Faidate Ingiardino

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

GRATIS

la rivista
multimediale

Leggila subito
e scarica il PDF

Un nuovo numero disponibile ogni due mesi.
Con costruzioni fai da te e idee per la tua voglia
di bricolage
e di giardinaggio