Ecco l’elenco dei principali fiori autunnali di facile coltivazione per colorare il nostro giardino fino a novembre

La primavera e l’estate sono le stagioni in cui nel giardino trionfano quasi spontaneamente tutti i colori: sembra che la natura faccia da sola con le fioriture delle bordure, degli alberi, dei bulbi e di ogni altra pianta. Ma se pensiamo all’autunno già immaginiamo il giardino spoglio e coperto di foglie cadute: non è così, basta un po’ di progettazione e conoscenza dei fiori autunnali per avere aiuole di erbacee perenni o annuali che proprio in questa stagione si coprono di fiori o di spighe colorate, resistenti al clima che cambia e capaci di accompagnarci ancora per qualche mese.

Chi si occupa di giardino con autentica passione sa poi che l’aria più fresca, le prime piogge, il terreno meno riarso danno nuova energia alle piante capaci di esibirsi in seconde e terze fioriture.

Ecco l’elenco dei fiori autunnali più conosciuti e utilizzati:

  • Echinacea purpurea
  • Rudbeckia fulgida
  • Aster novi-belgii
  • Anemone hupehensis
  • Agastache rugosa
  • Helenium
  • Knautia macedonica
  • Oenothera biennis
  • Miscanthus
  • Pennisetum orientale

Echinacea purpurea

Appartenente alla stessa famiglia dei girasoli, questa è una pianta medicinale molto popolare e originaria delle steppe del Nord America. Nonostante le sue proprietà antinfiammatorie, questi fiori autunnali sono prevalentemente coltivata a scopo ornamentale, in terra piena e in vaso, per la durata della sua fioritura e per i suoi fiori recisi, che hanno la capacità di mantenersi a lungo. Rustica e di facile coltivazione, ama le posizioni soleggiate e necessita della luce solare diretta almeno per alcune ore del giorno. Cresce bene su terreni normali, pesanti e argillosi, purché ben drenati. Teme periodi di siccità.

Rudbeckia fulgida

Genere di annuali, biennali o perenni con fiori autunnali simili a grandi margherite, questa pianta è presente in molti prati soprattutto nelle zone d’origine, in Nord America. Può crescere fino ai 90 cm di altezza e 40 cm di larghezza, con fiori giallo-arancio che durano dalla fine dell’estate al pieno autunno. Per la sua coltivazione necessita di aree in pieno sole, dal momento che l’ombra inibisce seriamente la fioritura. Il terreno deve essere piuttosto fertile e profondo, mentre è bene somministrare concime completo per piante da fiore in primavera.

Aster novi-belgii

Conosciuti da sempre con l’appellativo di settembrini, gli Aster sono i fiori autunnali per eccellenza: si sviluppano e giungono a fioritura nel periodo antecedente le prime gelate. La varietà Novi-Belgii ha portamento strisciante e tappezzante, particolarmente adatto per aiuole e bordure. Rustici e adattabili sia al sole sia in mezz’ombra, accettano qualsiasi tipo di terreno, purché ben concimato e drenato. Si possono moltiplicare velocemente, per questo vanno divisi non appena gli steli si addensano troppo, tendendo a non produrre più una fioritura rigogliosa. Nelle giornate molto calde è necessario abbondare con le irrigazioni, evitando però di bagnare le foglie.

Anemone hupehensis

Pianta erbacea perenne a foglia caduca originaria della Cina. Presenta una fioritura vistosa ed elegante che raggiunge 80 cm di altezza. I fiori sono di diverse gradazioni dal bianco fino al rosa e arricchiscono di vivacità le aiuole nel periodo autunnale da agosto ad ottobre. Adatta a zone in mezz’ombra, è una pianta che colonizza il terreno, ma ha bisogno di qualche anno per stabilizzarsi e adattarsi: prima crescono le radici e solo dopo la pianta si espande.

Agastache rugosa

Erbacea perenne, dai fiori blu o bianchi, fiorisce dalla prima estate fino all’autunno. è una pianta originaria dell’Asia orientale, aromatica e amata da api e farfalle. Ottima per le bordure miste può raggiungere altezze tra i 75 e i 90 cm; ha l’attitudine ad autopropagarsi. è inoltre una pianta commestibile dal sapore speziato (sono eduli sia foglie sia fiori). è conosciuta anche come menta coreana o issopo coreano: strofinando o schiacciando le foglie ovali, emette un profumo di liquirizia e anice molto fresco e intenso.

Helenium

Perenne e rustica, i fiori di questa pianta, secondo una leggenda della mitologia greca, sono nati dalle lacrime di Elena di Troia, da cui deriva il nome del genere. A fine estate e per tutto l’autunno produce bellissimi fiori simili per struttura alla margherita, con centri prominenti e colorazioni nei toni autunnali. Ideale da recidere, si coltiva in terreni ricchi e in una posizione ben soleggiata. Le piantine giovani necessitano di annaffiature regolari, mentre quelle più “longeve” si accontentano delle piogge. Si propaga per seme o per divisione.

Knautia macedonica

Comunemente chiamata Scabiosa di Macedonia, sia per la sua origine che per la sua somiglianza con la Scabiosa, è una pianta di facile coltivazione, rustica e dal portamento compatto. Cresce in terreni ben drenati, in pieno sole e in zone protette dal vento. Fiorisce dall’estate fino all’autunno fiori rosso scuro, quasi porpora.

Oenothera biennis

I fiori del genere Oenothera si aprono di solito al tramonto, da qui il nome popolare di Stella della sera. È una pianta molto rustica, si autodissemina con particolare facilità tanto da poterla considerare perenne a dispetto del nome. Fiorisce dall’estate fino all’autunno.

Miscanthus

Originaria dell’Asia orientale, questa pianta è maggiormente coltivata nelle bordure miste grazie ai folti ciuffi di foglie, che proprio in autunno creano contrasti di forme e di colori. I suoi capolini floreali sono setosi, a forma di ventaglio, utilizzati soprattutto nelle composizioni secche. Cresce bene su qualsiasi tipo di terreno da giardino, purché esposta in pieno sole e ben annaffiata. In primavera e in estate occorre aggiungere un po’ di materia organica, mentre a fine autunno è consigliato tagliarla a livello del terreno quando comincia a seccarsi. Nei climi molto miti la Miscanthus rimane sempreverde, ma si consiglia di potarla a fine inverno.

Pennisetum orientale

Esistono circa 80 varietà di questo genere di annuali e perenni particolarmente erbose, tutte contraddistinte da infiorescenze cilindriche a spiga o dall’aspetto piumoso. Alcune sono sviluppate per la produzione di cereali, ma la maggior parte trova grande applicazione presso bordure e prati, nonostante con il passare del tempo diventino un po’ invadenti. Necessita, per la sua coltivazione, di un comune terreno da giardino sabbioso e ben drenato, in una posizione dove possa ricevere il maggior numero di ore in pieno sole. Si propaga generalmente per seme, anche se per qualche varietà è opportuna la divisione del rizoma.

Semi di fiori autunnali

Possiamo acquistare semi di fiori autunnali sul sito Ingegnoli, molto fornito.

Fiori autunnali | Elenco, immagini e coltivazione ultima modifica: 2018-09-24T14:32:28+00:00 da Faidate Ingiardino

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.