I programmatori per irrigazione sono centraline di controllo per l’erogazione d’acqua

A seconda del modello e del tipo di unità di controllo, il funzionamento dei programmatori per irrigazione può essere più o meno articolato. Si va dai sistemi più semplici, dotati di un contaminuti che si limitano a interrompere il flusso d’acqua dopo un determinato intervallo di tempo, a quelli che permettono di programmare l’irrigazione giorno dopo giorno, singolarmente, per tutta la settimana, per diversi intervalli durante la giornata.

Il programmatore irrigazione va collegato alla bocca di un rubinetto tramite un raccordo adeguato e ai tubi che proseguono verso i diversi irrigatori.


programmatori per irrigazione

Se vi sono più rubinetti disponibili, il programmatore va installato nella zona meno esposta a urti accidentali. In caso di dubbio è buona norma predisporre una forma di protezione adeguata, ma che non ostacoli l’apertura del coperchio e l’accessibilità ai tasti.

Nella brutta stagione è consigliabile smontare i programmatori per irrigazione per riporli, in vista del successivo utilizzo. In questa occasione possiamo anche rimuovere eventuali depositi di sporcizia e di smog, utilizzando uno straccio imbevuto di alcool.

Le batterie che alimentano la centralina irrigazione hanno un’autonomia di circa due anni.

Impianto flessibile

Oltre che gestire i tempi di irrigazione del prato, il programmatore può controllare, grazie a un distributore automatico montato subito a valle della centralina, fino a sei diverse diramazioni, compreso un impianto di irrigazione a goccia per vasi.

impianto irrigazione

Questa possibilità è particolarmente utile per chi parte per le vacanze estive e ha il problema di annaffiare i vasi del terrazzo.  Alcuni programmatori sono forniti di un piccolo pannello solare che fornisce l’energia necessaria evitando la possibilità che la batteria si scarichi e non faccia funzionare l’apparecchio.

Installazione programmatori per irrigazione

programmatore irrigazione a batteria

Nella maggior parte dei programmatori l’energia per il funzionamento è fornita da una pila da 9 volt. Alcuni modelli segnalano quando la carica sta per esaurirsi.

raccordo centralina

L’apparecchio si avvita sulla bocca di un rubinetto. Spesso è necessario frapporre un raccordo maschio-femmina per rendere compatibili di due attacchi. Il rubinetto va lasciato sempre aperto.

programmatori per irrigazione

Gli orari e la durata di ogni irrigazione possono essere impostati e memorizzati ruotando alcune manopole o selezionando i dati che compaiono su un display a cristalli liquidi.

Tester di umidità

Alcuni programmatori per irrigazione sono collegabili a un tester di umidità per un controllo elettronico dell’erogazione d’acqua. Il tester di umidità avvia o interrompe l’irrigazione in base al livello di umidità del terreno.

tester di umidità

Se il terreno è abbastanza umido l’irrigazione non viene avviata. È possibile impostare il livello di umidità desiderato tramite la manopola rotante, in base alle diverse esigenze delle piante.

Il tester viene conficcato nel terreno e il grado di umidità viene rilevato costantemente da una sonda.

Programmatori per irrigazione giardino | Caratteristiche e installazione ultima modifica: 2020-03-31T10:15:48+02:00 da PA

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

GRATIS

la rivista
multimediale

Leggi subito il nuovo numero
di APRILE-MAGGIO 2020

e scarica il PDF

Un nuovo numero disponibile ogni due mesi.
Con costruzioni fai da te e idee per la tua voglia
di bricolage
e di giardinaggio