La misticanza, il mix di varietà diverse di insalata per un piatto fresco e leggero

Con il termine misticanza si intende un’insalata mista composta da più varietà, coltivate o selvatiche, che con il giusto bilanciamento dei sapori possono regalare un piatto gustoso, benché leggero.

La selezione delle varietà di insalata può essere personalizzata da persona a persona, a seconda che si prediliga un gusto più dolce o più amaro, o foglie grandi e croccanti piuttosto che più piccole e tenere.


In questo articolo una nostra proposta di misticanza, realizzata con insalate dalle caratteristiche differenti tra loro.

Lattuga

La lattuga è l’insalata per eccellenza e non può mancare nell’orto di casa. Si tratta di un ortaggio genuino e dal sapore delicato, perfetto per un buon piatto di misticanza. Esistono diverse varietà di lattuga, da cespo o da taglio. Si presentano con il fogliame colorato di verde e talvolta con striature rossastre (a colorazioni diverse corrispondono sfumature di sapore diverso). Solitamente le varietà da cespo hanno foglie più grandi e croccanti, mente le lattughe da taglio hanno foglie più piccole e tenere.

È un’insalata facile da coltivare; si semina in primavera senza difficoltà, preferibilmente quando la temperatura del terreno si trova tra i 15 e i 20° C.

lattuga

Radicchio rosso

Il radicchio rosso è una varietà di cicoria dal caratteristico sapore amarognolo. Esistono tante varietà di questo radicchio tra cui il radicchio rosso di Treviso (precoce o tardivo) o il radicchio rosso di Chioggia. Si presenta a cespi dalle forme diverse: rotondo, ovale e allungato.

Apprezza terreni ben lavorati e irrigazioni costanti, ma non troppo abbondanti al fine di evitare i ristagni idrici.

radicchio rosso

Soncino

Il Soncino, o Valerianella, è un tipo di insalata molto conosciuto e semplice da coltivare. Si presenta con piccole foglioline verdi raccolte in ciuffetti; sono tenere e dal gusto delicato, ideale per bilanciare i sapori più intensi e amari.

Si semina facilmente disponendo i semi a una profondità di circa mezzo centimetro. Predilige i terreni argillosi e apprezza irrigazioni costanti, ma necessita di quantità d’acqua modeste.

Esistono diverse varietà tra le quali troviamo la Valerianella d’Olanda, la verde a cuore pieno, la verde di Cambrai e la verde d’Étampes.

soncino

Indivia riccia

L’indivia riccia è un tipo di insalata facile da coltivare. Come suggerisce il nome questa insalata si presenta con foglie dai margini arricciati, di colore verde e dal sapore amaro. Esiste sia la varietà da taglio che da cespo.

L’indivia riccia si adatta a tutti i tipi di terreno. È bene evitare i ristagni d’acqua che potrebbero compromettere la coltivazione.

La semina si effettua da fine febbraio a metà maggio e da metà agosto a metà ottobre. Non è necessario effettuare alcun apporto di fertilizzanti nel periodo antecedente la semina.

indivia riccia

Misticanza: 4 idee per comporla ultima modifica: 2019-04-03T15:00:12+00:00 da Faidate Ingiardino

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

GRATIS!!!