Il sempervivum è un genere di piante grasse originario di Europa, Asia occidentale e Marocco, ideali per coprire muri, scarpate e giardini rocciosi

Il sempervivum, appartenente alla famiglia delle Crassulaceae, è un genere di piante succulente: ha una lunga tradizione folcloristica. Era infatti usato per proteggersi contro i fulmini, per curare verruche e calli, e si riteneva addirittura che potesse aiutare le ragazze a “prendere marito“, secondo una competizione tra quale fosse la miglior piantina regalata da ciascun pretendente.

Le varietà

Esistono diverse varietà di piante grasse appartenenti a questo genere. Il sempervivum tectorum è la varietà europea più comune, con le foglie dagli apici rossi e fiori rosa. Il sempervivum arachnoideum, delle Alpi europee, è una piccola pianta elegante, coperta da una sottile peluria bianca intrecciata: raramente supera gli 8-10 cm di altezza. In estate produce fiori da rosa a cremisi.

Alcuni esempi di semprevivi in natura.

Tutti i fiori di questo genere sono portati da grossi steli eretti. La rosetta muore dopo la fioritura, ma i numerosi polloni continuano a crescere.

Sempervivum cura

I semprevivi si sviluppano laddove altre piante e altri generi tendono ad avere più difficoltà di crescita: sopportano la mancanza di acqua e il freddo invernale. Esponiamoli in un luogo o ambiente ben soleggiato, anche a mezz’ombra. Non sopportano l’ombra completa che a volte può tardare sensibilmente la produzione dei fiori.

Utilizziamo un terreno da giardino generico, ben drenato e soprattutto privo di ristagni idrici: crescono in natura anche in giardini rocciosi, capaci di prosperare con quantità davvero esigue di substrato. Non annaffiamoli, anche non appena messi a dimora. Solamente in caso di eccessivi e prolungati periodi di siccità è bene bagnarli, dal momento che le foglie possono essersi nel frattempo raggrinzite. Non hanno bisogno di particolari concimazioni.

Le varietà più tomentose sono adatte alla coltivazione in ciotole con composta a base di terra mista a sabbione, in serra alpina, per proteggerle dalla pioggia eccessiva. Possiamo propagarli in primavera o in estate dai polloni giovani, o da seme in primavera.

Malattie e cure

Sono piante estremamente resistenti. Le uniche avversità possono derivare da errori in fase di coltivazione. Non annaffiamole abbondantemente: troppa acqua potrebbe svilupparle eccessivamente e paradossalmente indebolirle, tanto da renderle più soggette a opera di malattie fungine e parassiti.

Varietà di succulenti

Sempervivum | Piante grasse succulente resistenti e di facile cura ultima modifica: 2018-02-01T09:47:04+00:00 da Faidate Ingiardino

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata