Un’idea rustica, naturale e semplice da realizzare per separare uno spazio fiorito dal resto del prato, contenendo lo sviluppo delle tappezzanti e proteggendole dall’azione del tagliabordi

Per delimitare un’aiuola in modo originale abbiamo bisogno soltanto di un numero sufficiente di travetti, indicativamente di sezione 70×70 mm, reperibili in lunghezze da 3-4 metri; se abbiamo difficoltà di trasporto, possiamo farli tagliare gratuitamente a metà o in tre parti al momento dell’acquisto.
Con il seghetto alternativo tagliamo i travetti in pezzi più piccoli di varie lunghezze: considerato che circa 15 cm vanno interrati, l’ideale è tagliarli a lunghezze tra 30 e 55 cm, comunque non tanto alti da ostacolare la visione delle piante retrostanti. Se vogliamo, possiamo applicare un protettivo sul legno prima di realizzare la bordura; dopo aver compattato il terreno, possiamo eventualmente spargere nella terra rimossa un po’ di semi d’erba misti a sabbia per ripristinare la crescita, quindi bagniamo con poca acqua per stabilizzare e godiamoci il risultato!

Attorno al perimetro dell’aiuola prepariamo uno scavo con la vanga che ci permette di tagliare con precisione le zolle a una profondità di 15-20 cm.

Regolarizziamo la profondità su tutta la lunghezza e disponiamo sul fondo uno strato di ghiaietto che, oltre a stabilizzare, faccia da drenaggio e impedisca ristagni d’acqua che potrebbero accelerare il degrado del legno.

Tagliamo i travetti a spezzoni di lunghezze diverse, in numero sufficiente a completare la bordatura.

Inseriamo i travetti nel solco affiancandoli di diverse altezze per un effetto movimentato; mantenendoli ben verticali, compattiamo attorno a essi la terra tolta prima.

Lo spazio fiorito è protetto dall’azione del tagliabordi.

 

Aiuola fai da te con travetti ultima modifica: 2018-07-17T17:45:02+00:00 da Laila de Carolis

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.