Utili indicazioni per capire come costruire una serra di legno

La serra è composta da un robusto telaio che regge un pavimento ed un ripiano intermedio; è chiusa a tergo da un pannello di masonite temperata e sulle altre facce da sportelli trasparenti incernierati.
Elemento chiave della costruzione della serra sono i due sportelli superiori, studiati in modo da poter essere lasciati più o meno aperti per consentire una ventilazione adeguata alla temperatura esterna.
La sequenza fotografica segue il sistema costruttivo più semplice con giunzioni prive di incastri e realizzate per avvitatura e incollaggio con un buon risultato estetico, ma problematica resistenza alle intemperie. Se il mobile è destinato a stare all’aperto occorre studiare giunzioni più resistenti, descritte caso per caso nelle didascalie.
Il legno utilizzato è il larice: listelli sezione 28×45 mm per le nervature, listoni da pavimento sezione 120×21 per la base ed il ripiano intermedio.
Le superfici trasparenti sono di vetro acrilico, leggero ed infrangibile.
Anche se il larice già di per sé resiste alle intemperie, conviene comunque proteggerlo con qualche mano di olio “da ponte” che, oltre ad evitare l’assorbimento della pioggia, evita anche che il legno annerisca come si vede nelle baite di montagna.

A questo link una spettacolare guida per costruire una serra fai da te in legno elegante e spaziosa

Cosa ci serve

  • (misure in mm) listelli larice o Douglas sezione 28×45: 2 montanti posteriori da 900; 2 anteriori da 800; 2 traverse frontali superiori da 900; 2 traverse laterali da 490 (da bisellare a misura); 2 traverse laterali inferiori da 420; 4 elementi cornice sportelli frontali da 690 e 4 da 445; 4 elementi cornice sportelli inclinabili da 540 e 4 da 445; 2 regolatori di apertura da 220; 4 reggiripiani da 480.
  • Listoni sezione 21×120: 8 pezzi da 840 da cui avanza materiale per le due maniglie 10x21x140. Masonite temperata da 4: un fondo 770×870.
  • Vetro acrilico spessore 4: 2 pezzi (sportelli anteriori) da 375×620; 2 (fianchi) da 405×735 (da tagliare di sbieco); 2 (ribaltine) da 375×465.
  • 8 cerniere ottone o inox a libro 50×40; 2 serrature magnetiche; 4 reggipiano; viti da legno ottone o inox o tropicalizzate; chiodi; colla vinilica antiumido.

cerniere a libro

  1. Le antine della serra si montano su cerniere a libro non incassate a filo piano per lasciare, anche chiuse, una fessura che permetta la circolazione dell’aria.
  2. Le serrature magnetiche sono avvitate sotto la traversa frontale superiore. Il loro riscontro necessita di una basetta che compensi lo spessore delle cerniere.
  3. Il ripiano intermedio viene retto da reggipiano fissati all’interno dei montanti.

Incastri, viti e chiodi

bisellatura

  1. Con la sega da cornici o con la troncatrice si bisellano a 45° i capi dei 16 pezzi per le cornici degli sportelli.
  2. Le traverse laterali si collegano ai montanti con un semplice incastro a mezzo legno che richiede prima una serie di tagli a metà spessore del listello.
  3. Con lo scalpello si asporta il materiale superfluo. Disponendo di una circolare da banco il lavoro è più semplice e preciso.
  4. Le fessure per le lastre di vetro acrilico (in primo piano gli elementi degli sportelli; dietro le traverse laterali) si fanno agevolmente con le frese piatte. Nelle traverse le scanalature proseguono sull’ala della giunzione per combinarsi con quelle praticate sui montanti.
  5. Sia la base, sia il ripiano intermedio sono realizzati con listoni a perlina (una buona alternativa sarebbe un foglio di multistrato marino da 20 mm) tenuti assieme da traverse. Si aprono i fori di passaggio per le viti Ø 4×50 mm nei due listelli. I fori di passaggio, di cui svasare l’imbocco, debbono avere un diametro di 4,5 mm.
  6. Le traverse si avvitano, tenendo ben strette le tavole, in fori d’invito Ø 3 mm.

traverse serra di legno

  1. La base si incastra e si fissa fra le traverse inferiori.
  2. Fissate tra i montanti le traverse laterali superiori, si bisellano i capi dei montanti e se ne segue l’inclinazione sul bordo superiore delle traverse.
  3. Le traverse della serra si incastrano fra i montanti fissandole con una coppia di viti Ø 4×60 mm.
  4. Il mobile viene irrigidito e tenuto in squadra dal fondo, qui di compensato da 5 mm (da trattare in precedenza con impregnanti a protezione totale). Meglio usare un pannello di masonite temperata o altro materiale più idoneo a stare all’aperto. Mentre l’inchiodatura lungo la base è agevole perché questa “regge botta”, quella lungo i montanti e le traverse, meno rigidi, richiede che sotto i tre elementi venga inserito un sostegno provvisorio.

Luce e ventilazione

costruire una serra

  1. Come che si sia risolto il problema dell’unione fra gli elementi di cornice dei quattro sportelli, i pezzi vanno uniti dopo aver inserito i vetri acrilici dentro le scanalature. Prima di inserire i vetri ne va sollevata tutt’attorno la pellicola protettiva di quel tanto che basti a non farla entrare nella scanalatura di dove poi sarebbe difficile farla uscire.
  2. A colla asciutta e lavoro finito si eliminano le pellicole dei sei vetri.
  3. Qui le maniglie degli sportelli frontali sono tavolette semplicemente incollate alla cornice.
  4. Meglio sarebbe inserirle in una scanalatura 10×10 mm e rinforzare la tenuta con viti da tergo.

serre per orto

La serra finita mostra come l’apertura delle ribalte sia bloccata da listelli girevoli imperniati asimmetricamente così da consentire, ruotandoli di 180°, due ampiezze di apertura (minima a sinistra della foto, massima a destra).

Come costruire una serra di legno ultima modifica: 2015-06-25T10:28:40+00:00 da Faidate Ingiardino

3 Risposte

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.