Tra gli utensili da giardinaggio indispensabili non può mancare un buon rasaerba, efficacemente impiegato laddove, in piena primavera e in estate, occorre intervenire sui nostri manti erbosi

I rasaerba sono strumenti principalmente rappresentati in due categorie: il rasaerba a scoppio e il rasaerba elettrico. Il primo è quello più richiesto all’interno del mercato del verde, poiché capace di offrire prestazioni più elevate e quindi garantire una pulizia del prato più veloce ed efficace. Tuttavia, i requisiti che ci orientano nella scelta di questo utensile sono molti e non sempre di facile lettura.

Le superfici ampie

Qualsiasi motore si scelga, questo deve essere in grado di soddisfare il taglio delle superfici che abbiamo a disposizione. È quanto meno forzato acquistare un motore a elevata coppia per superfici minime, così come un motore di dimensioni ridotte sarà meno “brillante” in una esecuzione su elevate porzioni di terreno. Sabart ha pensato per la Primavera 2018 un modello capace di essere notevolmente autonomo per almeno 900 mq di superficie, ma soprattutto, la novità della funzione mulching introdotta, lo rende ideale nel ridurre l’erba raccolta in frammenti per concimare con quest’ultima (in maniera del tutto naturale) il terreno.

Il modello LM400 di Sabart ha un motore brushless che combina un’elevata coppia a un’ottima efficienza.

Il modello LM400 ha sei regolazioni dell’altezza di taglio, una scrocca in acciaio, un peso modesto (appena 26 kg) e un sacco raccogli erba da 60 L. Inoltre il suo rimessaggio è comodo per essere posizionato nei garage o cantine in posizione verticale con un utilizzo minimo di spazio.

Rasaerba | La novità LM400 di Sabart ultima modifica: 2018-03-28T10:00:23+00:00 da Faidate Ingiardino

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.