Per un piccolo giardino dove un vero laghetto starebbe stretto: ecco come costruire un laghetto fai da te

Chi non ha la possibilità di piazzare nel proprio giardino un bel laghetto in cui far crescere piante acquatiche, che fa? Ecco la soluzione a portata di mano: un mini laghetto artificiale realizzato in una tinozza, che può essere nata tale, o ricavata tagliando a metà una botte.

Laghetto fai da te economico: come procedere

Disponiamo la tinozza su un supporto stabile che può essere costituito da una piazzola di pietre piatte e alloggiamola in un punto che non intralci il movimento nel nostro giardino. Sul fondo della tinozza predisponiamo uno strato di pietre per potervi appoggiare i vasi con le piante. Se la tinozza è di grosso diametro, al suo interno possiamo collocarvi da 4 a 5 vasi.

Le giuste piante

Il miglior sistema per collocare le piante nell’acqua è quello di sistemarle in contenitori di plastica che oltre a limitare la vegetazione impediscono di intorbidire l’acqua. Le specie più adatte sono alcune varietà di ninfee, il calamo variegato dai lunghi steli, lo stratiotes con foglie a forma di spada, giacinti acquatici e qualche pianta ossigenante, come l’elodea e l’hottonia essenziali per qualsiasi laghetto piccolo o grande che sia.

Preparare la tinozza

Posizioniamo la tinozza su una superficie piana, stabile e possibilmente vicino a una presa d’acqua per il ricambio.  

Preferibile lasciare le piante acquatiche dentro gli appositi contenitori oppure utilizzarne altri ma in plastica traforata. 

I vasi con le piante si collocano sopra altri vasi rovesciati (o uno strato di pietre) in modo che siano sufficientemente rialzati. 

Colmiamo gli spazi tra un vaso e l’altro con piccole pietre e sassolini in modo da non lasciare spazi vuoti.

Con un misurino distribuiamo nell’acqua un prodotto specifico per laghetti che impedisce la formazione di alghe. Per permettere alle piante di fiorire è necessario che il mini laghetto sia posto in una zona molto luminosa. 

Cosa serve

Procuriamoci una vecchia tinozza, che possiamo trovare facilmente nei mercatini di brocantage. Servono anche: pietre di medie dimensioni; ciottoli e sassolini; un sacchetto di terriccio apposito per piante acquatiche; un po’ di sabbia che utilizzeremo per ultimare il rinterro delle piante facendone uno strato di almeno 5 cm (la sabbia impedisce che il terriccio si disperda velocemente nell’acqua); piante acquatiche da scegliere tra diverse specie.

Laghetto fai da te | Come procedere passo-passo ultima modifica: 2018-03-27T12:19:45+00:00 da Faidate Ingiardino

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata