L’acqua piovana è una fonte di approvvigionamento praticamente inesauribile: un sistema molto pratico consiste nel raccoglierla in opportuni recipienti e poi utilizzarla per irrigare

Acqua piovana definizione

L’acqua piovana è il materiale idrico recuperato dalla pioggia o dalle piogge accumulate generalmente in un recipiente capace di contenerle adeguatamente. Questa acqua è impiegata nell’irrigazione di numerosi generi e varietà.

I sistemi di recupero

Tali sistemi si sviluppano a partire da un deviatore da montare sulla discesa dalla grondaia: consente di convogliare l’acqua dal pluviale nel contenitore prescelto. Al suo interno può essere installato un filtro per eliminare foglie e rametti.

Vi sono cisterne per acqua piovana, in legno con guaina interna in PVC, sagomata, robusta e resistente al gelo.

C’è anche la possibilità di collegare insieme più cisterne. Infine serve una pompa per cisterna, ideale per prelevare acqua e alimentare una lancia da innaffiaggio. Quella in foto ha il tubo di mandata rigido e telescopico con terminale ricurvo per tenere la pompa immersa appesa al bordo.

Acqua piovana recupero

Prevedere il recupero e dell’acqua piovana con apposite canalizzazioni e vasche di raccolta offre molte possibilità, oltre all’irrigazione del giardino, quali alimentare elettrodomestici come lavatrici e lavastoviglie, lo sciacquone del wc, la caldaia.

Vasche interrate per il recupero dell’acqua: perché no?

Se si stende un impianto secondario, a partire da una vasca interrata, i cui tubi condividono a tratti il percorso di quelli per acqua sanitaria, si possono installare rubinetti di servizio da cui prelevare l’acqua per annaffiare e per gli altri servizi. Il sistema è costituito da un tubo di prelievo dalla vasca, collegato con il sistema di pompaggio provvisto di valvola antisvuotamento. La partenza del tubo di dispersione necessita di un sifone ed eventualmente di una valvola antiriflusso.

La cisterna

Per la raccolta dell’acqua si può utilizzare una cisterna da 3000 – 6000 litri. La si deve interrare dopo aver scavato una buca di ampiezza adeguata. Per il sollevamento è necessario imbragarla.  

La collocazione dev’essere il più possibile vicino all’abitazione, in un luogo facilmente accessibile. 

Il chiusino ispezionabile da fissare al corpo della cisterna è provvisto di una piastra di ghisa in grado di sopportare il transito dei veicoli.  

La tubazione di prelievo deve rispettare una leggera pendenza a salire. In base alle condizioni climatiche del luogo bisogna che la collocazione dei tubi sia a una quota tale da non risentire dei rigori invernali. 

Il classico pozzo

Disporre di un pozzo è un grande vantaggio per un giardino o un orto. Per realizzare un pozzo bisogna, in generale, seguire un procedimento che si può così sintetizzare:

  • informarsi presso il proprio comune sulle eventuali autorizzazioni da richiedere;
  • fare effettuare una perizia geologica per individuare il livello della falda acquifera;
  • far scavare il pozzo da una ditta specializzata.

Il pozzo deve raggiungere la falda (se c’è) da cui riceve acqua con una certa continuità. L’acqua deve sempre essere analizzata prima dell’utilizzo del pozzo.

La pompa dell’acqua

L’utilizzo dell’acqua del pozzo è ideale per irrigare le colture dell’orto e del giardino ma, per farlo, dobbiamo organizzare un sistema di prelievo adeguato. L’irrigazione del giardino e dell’orto con l’acqua del pozzo ci permette di realizzare un consistente risparmio sulla bolletta dell’acqua, mentre il consumo alimentare è possibile solo effettuando periodicamente analisi che accertino la potabilità dell’acqua.

Uno schema semplificato raffigurante il funzionamento di una pompa dell’acqua.

Una pompa da giardino può essere dotata di elementi aggiuntivi che ne migliorano il funzionamento.

  • Filtro di fondo, evita di aspirare corpi grossolani, con valvola di non ritorno che riduce i tempi di riattivazione della pompa in quanto non lascia svuotare il tubo di aspirazione.
  • Filtro sul tubo di aspirazione che protegge il meccanismo della pompa dalle impurità eventualmente presenti. Utile quando si aspirano acque con residui sabbiosi.
  • Dispositivo contro il funzionamento a secco che disattiva la pompa quando viene a mancare l’acqua.
Acqua piovana | Come recuperarla: le soluzioni ultima modifica: 2018-05-24T11:59:12+00:00 da Faidate Ingiardino

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.