Il cumino è una spezia apprezzata per il suo aroma particolare, ma ancora poco conosciuta

aCaratteristiche del cumino spezia

La cumino pianta non sopporta il freddo e va riposto in serra durante i mesi più freddi. Ama sempre stare in posizione soleggiata e vuole poca acqua. Produce piccoli cespugli, le foglioline sono ruvide, di forma allungata, verdi; nei mesi di maggio-giugno spuntano tra le foglie delle infiorescenze bianche o verdastre a forma di ombrello.

Da questi fiori maturano piccoli semi dal profumo pungente, di forma ovale, molto piccoli. Il cumino allo stato selvatico cresce in prati e pascoli della zona submontana e alpina.

Esiste anche la varietà di cumino nero.

cumino

Semina e fioritura

Può essere seminato direttamente in vaso o nell’orto a primavera in un terreno leggermente sabbioso. Si annaffia dopo la semina e poi solo quando fa proprio caldo.


Per una fioritura migliore possiamo arricchire il terreno intorno alla pianta con del concime organico maturo. Se trova nell’orto le condizioni ideali può diventare infestante perché si autodissemina.

In estate si tagliano le ombrelle fiorali non appena ingialliscono; i semi vengono separati dagli steli per battitura e fatti essiccare. I fusti tagliati si raccolgono in mazzi, si appendono al buio sopra una carta così che o semi caduti spontaneamente i semi si raccolgano e non si disperdano.

Altro sistema per separare i semi dai fusti è quello di batterli e poi di farli essiccare i semi in un locale asciutto e ventilato.

Cumino proprietà

Le proprietà terapeutiche del cumino dipendono dal fatto che contiene molti antiossidanti che agiscono contro i radicali liberi e prevengono processi infiammatori e l’invecchiamento delle cellule.

Queste proprietà, riconosciute dall’antica tradizione indiana e state confermate dalla ricerca scientifica, si concretizzano nello stimolare l’appetito, nell’aiutare in caso di aerofagia, meteorismo, nausea e difficoltà digestive, nel favorire la secrezione lattea.

Può tenere sotto controllo i valori della glicemia, del colesterolo e dei trigliceridi. Grazie alle sue proprietà stimolanti e disinfettanti, l’olio essenziale viene anche utilizzato in cosmesi per la produzione di saponi e per la confezione di liquori.

Semi di cumino in polvere con mortaio con pestello

Cumino come si usa

L’uso culinario è più diffuso nei Paesi nordici che in Italia, ma l’aroma forte e amarognolo dei semi, che sono simili a quelli del finocchio o dell’anice, è comunque eccellente per pane, formaggio, verdure. In cucina si usa la radice (estirpata in novembre e consumata cotta) e le foglioline per aromatizzare minestre e insalate (nel sapore ricordano il cerfoglio).

Cumino dei prati (spezia) | Utilizzo, proprietà e caratteristiche ultima modifica: 2017-11-23T10:11:53+00:00 da Faidate Ingiardino

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata