Come i bambini hanno bisogno di una guida affidabile e sicura, così le piante dell’orto e del giardino hanno necessità di un tutore per piante solido che le aiuti a crescere.
Alberi da frutto, ortaggi e fiori possono essere scalzate dal vento o piegarsi sotto il loro stesso peso, se non vengono opportunamente legati e sostenuti da tutori rigidi, che possono essere in materiale plastico, legno o in canna naturale.
Per gli alberi è necessario che il tutore risulti ben conficcato nel terreno (profondo almeno 45 cm) e diritto; l’altezza dev’essere tale da arrivare almeno al ramo più basso dell’albero.
Alcuni ortaggi rampicanti come fagiolini e piselli richiedono, inoltre, un sostegno particolare se si vuole che producano abbondantemente e con regolarità. Un metodo classico è quello di usare speciali reti di nylon a larghe maglie da stendere tra i sostegni o con bastoni muschiati.
Nell’affrancare le piante ai tutori, dobbiamo anche porre attenzione al tipo di legatura con mezzi che siano sufficientemente resistenti senza impedire alla pianta di svilupparsi in dimensione e in diametro.

 VARI ASPETTI PER VARI IMPIEGHI

foto di tipi tutore

  1. Tutore in bamboo naturale. Adatto come sostegno per fiori, piante in vaso, ortaggi. Disponibile in diverse misure.
  2. Tutore in legno duro di lunga durata. Utile per piante di vario genere e per tralicci sia estensibili che fissi.
  3. Tutore muschiato indicato per piante verdi d’appartamento e rampicanti. Lo si può prolungare inserendolo in un altro tutore.

LEGACCI CHE LASCIANO CRESCERE

foto di legacci

Per assicurare le piante ai loro tutori è necessario fissarle con legacci che garantiscono stabilità e buon ancoraggio. Sono realizzati in materiali diversi: gomma, acciaio, plastica, rafia, non vanno mai serrati troppo stretti.

  1. Legaccio in gomma resistente per piante a crescita già avanzata. Facile da usare come una normale fascetta. Disponibile in due misure (cm 25 e cm 34).
  2. Tubetto per legature in PVC, antigelo, disponibile in diametri diversi. Ideale per legare ogni tipo di pianta.
  3. Legatura effettuata con piattina filo-carta. Filo metallico ricoperto da carta speciale. Ideale per legature stagionali.

SOLUZIONI DIVERSE

foto di tutori in uso

  1. Per questa disposizione conficchiamo nel terreno tutori in legno duro o in bamboo naturale predisponendoli “a tenda”. Nella parte superiore fissiamo un altro tutore in orizzontale in modo che la struttura rimanga ben ancorata.
  2. Rete metallica ideale per piante rampicanti come fagioli, piselli, pomodori. La rete viene fissata ai pali di sostegno in legno piantati in profondità nel terreno.
  3. Se nell’orto disponiamo di poche piante rampicanti una soluzione ideale è quella di predisporre quattro tutori incrociati fissandoli saldamente nella parte superiore con filo plastificato.
Tutore per piante ultima modifica: 2013-09-13T17:34:06+00:00 da Faidate Ingiardino

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.