Molto amate e diffuse, le piante grasse succulente sono molto decorative

Le piante grasse succulente sono diffusissime nelle nostre case, richiedono molta luce, altrimenti le foglie ingialliscono e gli steli diventano molli o si allungano molto, assumendo una colorazione pallida. Queste piante, nella stagione estiva, richiedono annaffiature abbondanti e regolari mentre va sospesa quando la temperatura scende sotto ai 10 gradi. La rinvasatura deve essere eseguita ogni anno, al massimo ogni due anni, e il colletto della pianta deve rimanere sempre al di sopra del livello del terriccio. Le piante grasse succulente si moltiplicano, oltre che per semina, per talea di foglia, per talea di fusto o per divisione dei germogli radicati. Appartengono a questo genere: la crassula, la dudleya, l’euphorbia, il mesembryanthemum, la portulaca.

Piante grasse succulente – Alcune varietà molto diffuse

piante grasse succulente, piante succulente, succulente, piante grasse, piante grasse rare, grasse, succulenti

Haworthia: Necessita di molta luce e caldo, anche sole diretto ed un ambiente ben ventilato, ma senza correnti d’aria fredda. Va annaffiata solo quando il terreno è completamente asciutto. Durante gli altri periodi si annaffia il tanto da non fare asciugare del tutto il terriccio. Si rinvasa all’inizio della primavera usando un terriccio per cactacee.

 

piante grasse succulente, piante succulente, succulente, piante grasse, piante grasse rare, grasse, succulenti

Dudleya: Va sistemata in un luogo ove possa sempre ricevere luce in abbondanza. Durante la fioritura, si somministra un buon fertilizzante da diluire nell’acqua delle annaffiature. Durante l’inverno queste devono essere completamente sospese (purché le piante non siano in ambiente riscaldato), mentre durante la stagione estiva si annaffia una volta ogni 15 giorni.

 

piante grasse succulente, piante succulente, succulente, piante grasse, piante grasse rare, grasse, succulenti

Echeveria agavoides: Predilige terreni soffici ed incoerenti, con elevato drenaggio. Pianta molto resistente alla siccità: annaffiare solo sporadicamente, circa una volta ogni 4-5 settimane con 1-2 bicchieri d’acqua, lasciando il terreno asciutto per un paio di giorni prima di ripetere l’annaffiatura.

Piante grasse succulente – Divisione e moltiplicazione della Sansevieria

piante grasse succulente, piante succulente, succulente, piante grasse, piante grasse rare, grasse, succulenti

La Sansevieria, nella varietà trifasciata con le foglie rigide a forma di spada, è una classica pianta d’appartamento. Di facile coltivazione, permette di dar vita a nuove piante con la divisione dei cespi.

piante grasse succulente, piante succulente, succulente, piante grasse, piante grasse rare, grasse, succulenti

  1. É necessario dividere le piante di Sansevieria quando ci accorgiamo che l’apparato radicale fuoriesce dalla terra. Le giovani foglie soffrirebbero e la pianta non si svilupperebbe.
  2. Asportiamo tutto il pane di terra avendo cura di non rovinare le radici. Per facilitarci nell’estrazione diamo alcuni colpetti sul vaso e “tiriamo” dolcemente via la pianta.
  3. Rimuoviamo con cura tutto il terriccio portando “a vista” le radici della Sansevieria. Eliminiamo la terra superflua picchiettando tra loro le radici e dividendo l’apparato radicale.
  4. Prepariamo il nuovo vaso che accoglierà la pianta scegliendone uno abbastanza capiente. Collochiamo sul fondo uno strato di pietrisco e uno strato di terriccio.
  5. Adagiamo con cura le piante cercando di appoggiare bene, sullo strato di terra, le radici che vanno leggermente pressate con le mani.
  6. Completiamo il lavoro colmando il vaso con il restante terriccio. Pressiamo la terra con le mani, innaffiamo con acqua a temperatura ambiente.

 

 

 

 

Post correlati

1 risposta

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata