L’albero del pane, la bella pianta tropicale dal curioso frutto con sapore particolare; difficile da coltivare in Italia

L’albero del pane (nome scientifico Artocarpus), anche conosciuto come Ulu, è una pianta perenne di origine tropicale e appartenente alla famiglia delle Moraceae. Il nome scientifico deriva dal greco: artos, cioè pane e karpos, cioè frutto. Questo particolare nome deriverebbe dal sapore del frutto cotto, molto simile a quello del pane.

Artocarpus

Albero del pane – Caratteristiche


Questa pianta da frutto si presenta con un portamento eretto che può raggiungere un’altezza di 25 metri. Il fusto è ricoperto da una corteccia marrone chiaro e i rami producono una chioma espansa, con belle foglie lobate e di colore verde lucido. I fiori di questa pianta si distinguono in maschili (gialli e riuniti a grappolo) e femminili (di colore verde e riuniti in infiorescenze globose).

Il frutto, anche detto panfrutto o panassa, ha la forma di un piccolo melone con una buccia verde coriacea e rugosa; cresce da un peduncolo che si sviluppa sul ramo. Di solito il frutto maturo pesa all’incirca un chilo anche se raramente può raggiungere i cinque chilogrammi. I semi contenuti all’interno sono anch’essi commestibili.

Questi frutti sono particolarmente nutrienti essendo sono ricchi di carboidrati, vitamine e sali minerali. Possono essere consumati arrostiti, bolliti o fritti; inoltre vengono utilizzati per produrre una farina perfetta per i dolci.

L’albero del pane è coltivato nelle isole del Pacifico per via dei frutti commestibili. In Italia è difficilmente coltivabile, ma si possono trovare esemplari in alcuni orti botanici del meridione.

Nei paesi con clima tropicale è spesso coltivato come albero ornamentale per via del bellissimo fogliame.

albero del pane frutto

Coltivazione

Si precisa che in Italia è molto complicato coltivare questa pianta per via delle condizioni climatiche. Tuttavia all’interno di serre e ambienti controllati molto grandi è possibile far crescere un esemplare di Artocarpus ricreando il clima caldo e umido tipico dei paesi tropicali.

Moltiplicazione

L’albero del pane si moltiplica per semina. Quando le piante sono abbastanza resistenti si trapiantano a dimora in piena terra in una buca profonda; se si ha intenzione di coltivare più esemplari si consiglia di distanziarli almeno 10 metri l’uno dall’altro.

Si precisa che la pianta inizia a dare i propri frutti solo dopo 4 anni dalla messa a dimora.

Terreno

Apprezza i terreni leggermente acidi, purché siano sciolti e ben drenati.

Esposizione

Cresce bene nei paesi con clima tropicale caldo e umido. Ama le posizioni soleggiate e la temperatura dev’essere sempre compresa tra i 22 e i 26°C. Non sopporta le basse temperature e i venti freddi. Tollera invece le correnti salmastre.

Irrigazione

L’Artocarpus deve essere annaffiato regolarmente e con apporti idrici abbondanti al fine di mantenere il terreno sempre umido, soprattutto in estate e nei periodi siccitosi.

artocarpus

Concimazione

In primavera disporre letame maturo alla base della pianta.

Potatura

Non necessita di interventi particolari, ma è bene rimuovere i rami secchi oppure quelli troppo lunghi al fine di ridare ordine alla chioma.

Malattie e parassiti

Questo albero è molto resistente e non teme particolari malattie o parassiti.

 

Albero del pane | Cosa sapere su questa pianta tropicale da frutto ultima modifica: 2019-04-11T10:15:42+00:00 da Faidate Ingiardino

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

GRATIS!!!