Le pulci sono insetti parassiti che oltre agli animali domestici possono colpire anche l’uomo

Piccolissime, ma molto fastidiose, possono dare origine a vere e proprie infestazioni se non si corre subito ai ripari. Le pulci sono da sempre tra i parassiti più diffusi fra gli animali domestici, ai quali provocano prurito a causa delle morsicature.

La pulce (anche dette sifonattero o afanittero) è un insetto parassita esterno, sprovvisto di ali, che si nutre del sangue di mammiferi e uccelli (per questo sono detti insetti ematofagi). Nonostante le dimensioni simili non vanno confuse con i pidocchi, anch’essi parassiti di molti mammiferi, tra cui l’uomo.


Ne esistono diverse specie; tra le più comuni si ricordano la Ctenocephalides canis, parassita del cane, la Ctenocephalides felis, parassita del gatto e la Pulex irritans, parassita dell’essere umano.

prurito gatto

Pulci gatto

Chi ha in casa animali domestici potrebbe ritrovarsi a dover combattere una vera e propria infestazione di questi insetti. Di certo ritrovarsi con le pulci in casa non è una sensazione piacevole, anche perché questi fastidiosi insettini possono causare problemi di salute, dalle semplici dermatiti o forme di reazioni allergiche, sino ad arrivare ai casi più gravi di trasmissioni di malattie infettive.

Se ti stai chiedendo come eliminare le pulci, te lo spieghiamo in questo articolo.

Caratteristiche

La pulce è un insetto dalle dimensioni assai ridotte, privo di ali e con un esoscheletro compatto e robusto. La testa ha poca mobilità, in quanto compressa contro il torace; è dotata di antenne molto corte e una bocca “pungente” che serve per succhiare il sangue all’animale ospite.

Anche le zampe sono robuste, soprattutto quelle posteriori, dotate di muscoli particolari che consentono all’insetto di effettuare salti notevoli e molto rapidi.

Le fasi della vita di questo insetto sono 4:

  • uovo;
  • larva;
  • pupa;
  • adulto.

ciclo di vita delle pulci

La pulce femmina depone sino a 20 uova al giorno sulla cute dell’animale ospite. Spesso queste cadono nell’ambiente domestico e quando si schiudono le larve infestano i vari anfratti della casa (nelle crepe dei pavimenti, sotto i tappeti, nei letti). All’esterno, nei giardini e sui terrazzi, invece prolificano con facilità nella sabbia.

La maggior parte di questi insetti trascorrono l’inverno nella fase di larva o pupa; mentre il periodo dell’estate e dell’inizio dell’autunno è la cosiddetta “stagione delle pulci“, nella quale gli adulti sono più attivi.

Disinfestazione pulci

In primo luogo è necessario capire se siamo effettivamente di fronte a pulci e escludere che non si tratti di altri parassiti. Per capirlo non è sufficiente constatare che il nostro animale domestico si gratti in continuazione (il prurito infatti potrebbe essere il sintomo di un altro problema); è quindi necessario verificare anche la presenza effettiva dell’insetto, esaminando con molta attenzione il pelo dell’animale.

pulce

Pulizia della casa

Una volta riscontrata la presenza delle pulci si procede lavando con molta cura ciò che appartiene al nostro animale domestico (cuccia, copertine, vestitini, ecc.) e in seguito si disinfettano cuscini, lenzuola e fodere presenti in casa.

Per la pulizia di tappeti e moquette si consiglia l’utilizzo dell’aspirapolvere avendo l’accortezza di aggiungere dell’antiparassitario in polvere nel sacchetto di raccolta (da utilizzare con la MASSIMA ATTENZIONE!!!lontano dagli animali e indossando indumenti protettivi). Dopo aver aspirato con cura è bene gettare il sacchetto fuori di casa per evitare che gli insetti fuoriescano, tornando a infestare gli ambienti domestici.

Per una disinfestazione totale è necessario infine trattare anche crepe e fessure con un antiparassitario e l’apposito spruzzino.

Pulci cane e gatto

I cani e i gatti sono tra gli animali da compagnia più diffusi nelle case italiane, ma purtroppo sono spesso colpiti da questo fastidioso insetto parassita. Per aiutare i nostri amici animali esistono molteplici rimedi acquistabili nei negozi specializzati o in farmacia. Si tratta di liquidi o collarini appositamente studiati per eliminare questi parassiti.

ATTENZIONE!! In caso di acquisto di questi prodotti, essendo comunque agenti chimici, è buona norma consultarsi con un veterinario, o addirittura lasciare effettuare a lui l’applicazione dell’antipulci.

antipulci

Rimedi naturali

Laddove non si volessero utilizzare agenti chimici antipulci (sicuramente di efficacia più rapida, ma anche più invasivi) si può optare per rimedi naturali quali:

  • Aceto di vino bianco – È ottimo per allontanare le pulci; si applica diluito con un po’ d’acqua sul pelo dell’animale.
  • Limone e bicarbonato – Si tratta il pelo dell’animale con un composto realizzato con quattro limoni spremuti in mezzo litro d’acqua, con l’aggiunta di 2 cucchiai di bicarbonato.
  • Collare antipulci fai da te – Su di un fazzoletto di stoffa o un laccio applicare dieci gocce di olio essenziale di menta e dieci gocce di olio essenziale di lavanda; in seguito arrotolare su sé stesso il fazzoletto.
  • Lavanda – Questa pianta, oltre ad abbellire e a profumare gli ambienti, svolge un’ottima funzione di antipulci.
  • Neem – Il Neem è un’antica pianta indiana utilizzata come insetticida naturale.

Anche nel caso dei rimedi naturali si consiglia di chiedere sempre un parere al veterinario.

Pulci | Come eliminarle ultima modifica: 2019-10-08T12:15:25+02:00 da Faidate Ingiardino

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

GRATIS

la rivista
multimediale

Leggila subito
e scarica il PDF

Un nuovo numero disponibile ogni due mesi.
Con costruzioni fai da te e idee per la tua voglia
di bricolage
e di giardinaggio