La Palma cinese è una pianta sempreverde con le foglie dalla caratteristica forma a ventaglio che possiamo coltivare anche in Italia

La Palma cinese (nome scientifico Livistona Chinensis) è una pianta sempreverde proveniente dalla Cina; è anche detta Palma fontana o Ventaglio cinese per via della forma delle foglie, ma è conosciuta anche come Palma di Fortune, Trachycarpus Fortunei e Palma di Chusan.

Questa pianta si presenta con una chioma verde dalle fronde lucide che può raggiungere un diametro di 3 metri; inoltre può superare i 10 metri di altezza. Il fusto è rivestito da una folta fibra vegetale grigiastra che protegge la pianta da sole e freddo. In piena primavera le piante femmine producono una sorta di grappolo di colore giallo simile ad una pannocchia. Questo si trasforma in bacche di colore giallastro o blu-nero. I fiori sono di colore verde negli esemplari femmina, mentre assumono un colorito giallo in quelli maschili.


La Palma cinese è una pianta resistente al freddo, per questo può essere coltivata nelle regioni mediterranee. Spesso è utilizzata come palma ornamentale in parchi e giardini privati.

palma cinese

Dettaglio della foglia a ventaglio

Coltivazione

Moltiplicazione

La Palma cinese si moltiplica attraverso i semi contenuti nei frutti maturi. Questo procedimento non necessita di particolari attenzioni, si pensi infatti che spesso la palma si propaga autonomamente, disseminando per l’ambiente circostante i propri frutti che germogliano senza dover apportare cure.

Terreno

Si adatta bene ad ogni tipo di suolo, ad eccezione di quello argilloso. È necessario che il terreno sia ben drenato onde evitare ristagni eccessivi.

Esposizione

Si tratta di una palma resistente al freddo, può infatti sopportare temperature al di sotto dello zero. Per questo motivo può essere coltivata senza problemi anche in Italia. Cresce bene sia in zone soleggiate che in semi-ombra. Può adattarsi alle zone ventilate, ma in tali condizioni le foglie possono perdere la loro forma caratteristica.

Irrigazione

La palma cinese non necessita di particolari quantità di acqua. È però bene irrigare costantemente la pianta durante il primo anno dalla messa a dimora. In seguito si consiglia di irrigare con stabilità solo nei periodi particolarmente siccitosi.

palma cinese

Dettaglio della fibra vegetale che ricopre il fusto

Concimazione

Si consiglia l’utilizzo di un concime liquido ricco di azoto, potassio e fosforo, diluito con l’acqua delle innaffiature.

Potatura

La Palma cinese non ha bisogno di potature che vanno quindi limitate ai rami secchi che possono diventare veicoli per malattie.

palma cinese

Le bacche della palma cinese

Malattie e parassiti

Questa palma non è soggetta a particolari pericoli. È comunque buona norma evitare ristagni idrici per scongiurare malattie fungine e marciumi radicali.

Palma cinese | Coltivazione del ventaglio d’oriente ultima modifica: 2019-01-17T14:11:46+02:00 da Faidate Ingiardino

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

GRATIS

la rivista
multimediale

Leggila subito
e scarica il PDF

Un nuovo numero disponibile ogni due mesi.
Con costruzioni fai da te e idee per la tua voglia
di bricolage
e di giardinaggio