Quando si parla di bouvardia, si parla di un genere di arbusti sempreverdi molto apprezzati per gli splendidi fiori usati spesso per mazzolini e decorazioni

Originaria del Messico e dell’America centrale, la bouvardia appartiene alla famiglia delle Boweniaceae. Erano piante molto coltivate in epoca vittoriana (da metà ‘800 a inizio ‘900), mentre oggi il loro sviluppo è meno frequente, solamente indirizzato verso chi cerca da coltivare fiori da recidere.

Fiore bouvardia

Ha cime terminali dei fiori tubolosi quadri-lobati di svariati colori: possono essere rosse, bianche o gialle. Le foglie sono opposte o generalmente a spirale. La più conosciuta è la b.jasminiflora, che fiorisce d’inverno, produce prufumati fiori bianchi ed è alta fino a 60 cm; mentre l’arbusto ideale da giardino è la b.ternifolia, dalle foglie lanceolate e ovali, in verticilli di tre o quattro, e fiori scarlatti vellutati sul lato esterno.

La bouvaria è ideale nelle composizioni floreali in mazzettini e bouquet.

Coltivazione

Esposizione

Di solito questi arbusti si coltivano in serra, se la zona non è al riparo dalle gelate. Utilizziamo una serra fresca o un giardino d’inverno con moltissima luce, al riparo dall’esposizione diretta ai raggi solari. All’esterno, teniamole in posizione calda e soleggiata.

Tipo di terreno

Qualsiasi tipo di terreno da giardino, ma aggiungiamo dell’humus e sabbia o argilla epansa, per facilitare il drenaggio.

Irrigazione

Diamole acqua regolarmente, soprattutto durante il periodo vegetativo, quello di massima attività metabolica, da inizio primavera fino all’estate. Facciamo attenzione a non annaffiare troppo: i ristagni idrici possono indebolire sensibilmente la pianta.

Concimazione

Utilizziamo un fertilizzante liquido sciolto nell’acqua di irrigazione che sia ricco di azoto, fosforo e potassio in parti uguali.

Potatura

A fine estate tagliamo i ramoscelli dell’anno precedente fino a circa 2,5 cm dalla base.

Propagazione

Si propagano ottimamente dalle talee di germogli giovani prelevate a inizio autunno.

Malattie e cure

Sono piante che non sono particolarmente soggette ad attacchi fungini, insetticidi e parassitari. Le uniche avversità possono nascere da semplici errori in fase di coltivazione, come l’insorgenza di marcescenza alle radici, osservabile dalla caduta prematura di foglie e fiori.

Proprietà

La b.ternifolia, in America Latina, è ancora oggi usata come antidoto contro il veleno di vipere, scorpioni e api.

Curiosità

È la pianta, da sempre, impiegata per la realizzazione dei bouquet da sposa.

Bouvardia | Ideale per mazzi recisi ultima modifica: 2018-01-26T13:42:56+00:00 da Faidate Ingiardino

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.