Lupo CLC: Cane lupo cecoslovacco

Sensibilità, fedeltà indissolubile e attitudine al gioco. Sono queste, tra tante altre, le qualità che meglio definiscono il carattere del cane lupo cecoslovacco (Lupo CLC). Questo pastore cecoslovacco dall’indole esuberante è l’incrocio perfetto tra resistenza e addestrabilità, pronto a schierarsi al fianco della persona che riconoscerà come leader.

Nell’articolo che segue, abbiamo messo insieme tutte le informazioni necessarie per conoscere meglio questo cane dalla tempra formidabile e dal cuore tenero. Prima di addentrarci nella lettura, però, occorre soffermarsi brevemente sul concetto di “risorse” e sulla loro gestione. Nell’alveo del rapporto padrone-cane, per risorse s’intendono tutti quei gesti, azioni e interazioni che coinvolgono entrambi i soggetti: dare la pappa, riservare uno spazio al cane, il momento del gioco e le passeggiate quotidiane sono tutte risorse utili all’educazione e allo sviluppo.

Gli spazi del cane lupo cecoslovacco: dove tenerlo?

Nel corpo del cane lupo cecoslovacco scorre il DNA di pastori tedeschi, selvatici e dalla disposizione completamente indipendente. Questo significa che, più di altre razze, questo cane necessita di spazi propri, riservati, in cui il padrone entrerà solo per il momento pappa o per espletare le pulizie. Un box o un piccolo angolo recintato in qualunque punto vissuto della casa rappresentano le soluzioni più idonee. Un accorgimento che migliora lo stato di salute dell’amico a quattro zampe è sicuramente quello di collocare questo spazio lontano da fonti di calore. Il cane lupo cecoslovacco, infatti, è particolarmente incline ai colpi di calore, potenzialmente dannosi, se non mortali, per questa razza.

Come educare un cane lupo cecoslovacco?

In questo paragrafo affrontiamo il problema dell’educazione di base (vedi anche:  “Adottare un cane ed educarlo“) che parte nel momento stesso in cui il cucciolo di cane lupo clc entra in casa. Per cominciare, è buona norma attenersi alle regole stabilite dall’allevatore che, in linea di massima, possono sintetizzarsi in quattro punti principali:

  1. stabilire il contatto visivo e orale (attraverso il richiamo) con il cucciolo;
  2. proteggerlo dalla violenza e bandirla dai metodi educativi, soprattutto – ma non solo – nei primi cinque mesi di vita del cucciolo: in questo lasso di tempo, il carattere del piccolo è in formazione e qualunque atteggiamento di violenza si ripercuoterà in modo negativo sullo sviluppo del cane lupo cecoslovacco. A titolo di esempio, il morso subito da un cucciolo in questi primi mesi di vita, quasi certamente si tradurrà in un morso che sferrerà in futuro;
  3. i comportamenti positivi che rispecchiano le intenzioni espresse dal comando devono essere premiati con un bocconcino;
  4. regola basica: prima di avvicinarsi alla pappa, è importante che il cane lupo cecoslovacco si sieda. Questo gruppo di regole è quello che possiamo definire “pacchetto educativo di partenza“: delle regole semplici, piuttosto intuitive, a cui, progressivamente, se ne aggiungeranno delle altre. Quando si tratta di educare un cane lupo cecoslovacco, però, occorre ricordare che la loro soglia di attenzione è particolarmente bassa e mal sopporta carichi di lavoro eccessivamente prolungati. L’ideale è sottoporlo a esercizi della durata complessiva di 15-20 minuti e stopparli ogni volta che vengono eseguiti correttamente. Le macro-aree che permettono di educare al meglio un cane lupo cecoslovacco sono: il gioco, la socializzazione e la punizione.
lupo clc, cane lupo cecoslovacco

Il Lupo CLC è un cane molto giocherellone: ama correre e stare all’aria aperta.

Il gioco: momento di svago e di educazione

Il cane lupo cecoslovacco si rapporta col mondo esterno soprattutto attraverso la bocca. Quando arriva il momento di giocare, è importante attirare la sua attenzione con la gesticolazione delle mani: per lui, infatti, movimento significa vita e sarà fortemente attratto dal moto degli arti. Tuttavia, una volta attirata la sua attenzione e giunto nelle vicinanze del padrone, occorrerà interrompere questo movimento: il cane non deve percepire il corpo umano come strumento di gioco. Pertanto, basterà avere un gioco nell’altra mano per far sì che il suo interesse si sposti dalla mano al mezzo ludico. Così facendo, sarà possibile interagire in qualunque modo col cane lupo cecoslovacco tranne che con il respingimento. Infatti, una delle qualità che contraddistingue questa razza è la sensibilità. Il respingimento, soprattutto se avviene in modo reiterato, può generare stress e paure, soprattutto al culmine del quarto mese, quando si tocca il picco massimo della fase di evitamento. Quindi, invece di respingere, è meglio insegnare il comando “lascia” che, se eseguito, sarà chiaramente premiato con un bocconcino.

I mattoni della socializzazione

L’aspetto della socializzazione si costruisce e conclude nei primi tre mesi di vita. In questo intervallo di tempo e all’interno di un nucleo familiare, un cane lupo cecoslovacco individua il proprio leader nel soggetto che gestisce con rigore e costanza le risorse. Invece, a livello di partenza, l’atteggiamento del cucciolo di cane lupo cecoslovacco nei confronti dei soggetti esterni sarà di riserbo e timore, quando non di aggressività. Per evitare tutto ciò, è importante attenersi ad alcune semplici regole mediante le quali sarà possibile fornire al cane gli strumenti migliori per socializzare. Tutto parte dall’osservazione del cucciolo quando questi è in procinto di imbattersi in un nuovo individuo. La domanda che occorre porsi è: gradisce l’avvicinamento? Se non si riscontra particolare avversità, allora il soggetto si potrà avvicinare tranquillamente. In caso contrario, l’individuo andrà stoppato e, munito di un bocconcino, lo si lascerà avvicinare con gradualità.

Iperattività e punizione

L’indole giocherellona del cane lupo cecoslovacco può facilmente sfociare in momenti di iperattività, spesso inarrestabili. In questi momenti, il rischio maggiore è quello di cedere alla rabbia ed entrare in conflittualità con il canelupo. La strategia più opportuna è quella di sfruttare i vantaggi dell’isolamento: basterà collocare il piccolo a quattro zampe nello spazio a lui riservato, box o angolo recintato che sia, e lasciare che sfoghi l’eccesso di eccitazione in totale libertà. Trascorsi almeno trenta minuti, o comunque il tempo necessario per farlo calmare, lo si potrà far liberamente uscire e tornare alla routine. Altro comportamento da assumere per educare al meglio il cane lupo cecoslovacco fa capo all’indifferenza. Abbiamo visto e più volte sottolineato che la corrispondenza tra comando e corretta esecuzione deve essere dev’essere premiata con un bocconcino. Quando invece abbiamo a che fare con atteggiamenti che non rientrano nei parametri educativi non si deve ricorrere alla violenza bensì all’indifferenza, ignorando il nostro fedele amico per il tempo necessario a farlo allontanare spontaneamente; nella maggior parte dei casi, si porrà in una temporanea (ma salutare) condizione di auto-isolamento.

L’alimentazione

Il cane lupo cecoslovacco presenta una certa fragilità intestinale e, pertanto, curare l’alimentazione è assolutamente doveroso. Nel primo anno e mezzo di vita, affidarsi a un mangime olistico o meno è una scelta che dipende semplicemente dal padrone, magari dopo aver ascoltato il parere del veterinario. In linea di massima, occorrerà sempre scegliere un mangime che contenga meno cereali e più carne possibile. A questo proposito, una linea super premium permette di far assumere al cane tutti i nutrienti fondamentali, necessari al corretto sviluppo sia delle articolazioni sia della massa muscolare. Al superamento dell’anno e mezzo, giunge il momento di far seguire al lupo clc una dieta un po’ più complessa. L’ideale sarebbe di sottoporgli una dieta casalinga tassativamente stabilita da un nutrizionista. Se questo non è possibile, una pappa preparata con crocchette e aggiunta di macinato di cavallo o manzo, rappresenta certamente l’alternativa migliore. Per quanto riguarda gli integratori di vitamine e sali minerali, gli alimenti più adatti da sottoporre a un cane lupo cecoslovacco, anche sin dalle prime settimane di vita, sono gli ossi crudi di manzo, del ginocchio o del femore. Si tratta di parti ricche di cartilagini che, oltre ad apportare benefici in termini nutrizionali, aiutano il cambio della dentizione e a scaricare il morso. Inoltre, da adulto, mordere questi ossi contribuisce alla naturale igiene dentale del cane. Infine, almeno una volta a settimana e solo dopo aver appurato che non vi siano allergie o intolleranze particolari, si può far mangiare un mezzo pollo (rigorosamente crudo, onde evitare che, in seguito alla cottura, la rottura delle ossa crei formazioni cristalline appuntite in grado di perforare il tratto digerente).

Dove comprare un cane lupo cecoslovacco

Gli allevamenti di Lupo CLC sono diffusi un po’ in tutta Italia, dal Friuli alla Sicilia, dalla Liguria alla Puglia. Sicuramente, la Lombardia è quella che offre il maggior numero di allevamenti, seguiti dal Lazio e dalla Toscana. Tra gli allevamenti più qualificati in Italia, per riconoscimenti, tempo di attività ed esemplari, meritano una menzione speciale il Passo del Lupo, nel modenese, e Lupi del Montale, vicino Ancona.

Online si trova il Database italiano del Lupo CLC (CLC ITALIA) con l’elenco aggiornato degli allevamenti, le cucciolate pronte per data, dei centri per l’addestramento e altre informazioni interessanti per gli amanti di questo bellissimo cane.

Cane lupo cecoslovacco prezzo

Un cucciolo di cane lupo cecoslovacco costa intorno ai 1.000 euro.

 

Lupo CLC: Cane lupo cecoslovacco, sensibile e fedele ultima modifica: 2018-11-19T12:43:31+00:00 da Laila de Carolis

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.