La Scabiosa è un genere di piante annuali, biennali e perenni ideali da coltivare nelle aiuole miste: ecco i segreti per coltivarla al meglio

Appartenente alla famiglia delle Dipsacaceae, la Scabiosa deve il suo nome a un’antica credenza, ovvero quella che fosse un autentico portento nella cura e nel contrasto della scabbia. Non a caso è stata coltivata per diverso tempo come pianta medicinale. Fino a che… i suoi colori e la sua struttura non l’hanno fatta apprezzare come ornamentale presso giardini di campagna e bordure miste.

La pianta e le varietà

Originaria dell’Europa meridionale, soprattutto del Mediterraneo, questa pianta è caratterizzata da bei fiori che appaiono durante la stagione estiva di colore tenue e variabile nei toni del blu, del rosa, del giallo e del bianco. Le infiorescenze sono sostenute da steli sottili e lunghi dai 30 agli 80 cm.

L S.caucasica ritratta in un prato.

Una varietà maggiormente apprezzata è la Scabiosa caucasica: una perenne dai fiori di un bellissimo blu acceso molto grandi che vengono prodotti generalmente in piena estate, nei mesi di Giugno e Agosto. Può raggiungere un’altezza di 50-60 cm. La Scabiosa columbaria, invece, nota anche come Vedovina selvatica, è una perenne dai lunghi fusti facilmente “scovabile” in diverse regioni d’Italia, presso prati o bordi boschivi sopra i 1500 m s.l.m.

Coltivazione

Esposizione

Scegliamo un’esposizione in pieno sole. Resiste al gelo intenso, almeno fino ai – 18 °C.

Tipo di terreno

Scegliamone uno neutro o leggermente alcalino. Garantiamo sempre un buon drenaggio, per fare in modo che le radici non stiano in un terreno troppo umido durante i mesi invernali.

Irrigazione

Annaffiamo regolarmente quando la piantina è giovane, poi solo sporadicamente. Si accontenta delle piogge.

Concimazione

Aggiungiamo al terreno del semplice terriccio all’inizio della primavera. Non esageriamo con i fertilizzanti completi per piante da fiore: questi possono essere infatti controproducenti, facilitando lo sviluppo del fogliame a scapito delle infiorescenze.

Propagazione

Non vive molto a lungo, anzi: tende a perdere vigore già dopo tre anni, nel caso delle perenni. Trapiantiamo le piantine in primavera o seminiamo i semi maturi in vaso o in serra fredda per averle sempre a disposizione.

Malattie e cura

Teme la muffa polverulenta, da contrastare con uno spray idoneo.

Scabiosa | Il fiore di campagna: “storia” e coltivazione ultima modifica: 2018-06-19T11:17:00+00:00 da Faidate Ingiardino

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.