La Ginestra (Genista) è una pianta endemica delle Isole Canarie, del Nord Africa e dell’Europa meridionale coltivata per i suoi fiori fragranti, simili a quelli del pisello

Appartenente alla famiglia delle Papilionaceae, la Ginestra veniva ampiamente impiegata in passato per produrre tinture. Questi arbusti rustici, decidui o quasi senza foglie, si adattano ai climi più secchi e hanno portamenti diversi. Le varietà più piccole sono ideali da coltivare in vaso o nei giardini rocciosi.

Ginestra pianta

Si presenta come pianta piccola con foglie simili al giunco con gambo rigido e prostrato oppure come arbusto più o meno grande che può raggiungere anche alcuni metri di altezza. Fiorisce tra la fine della primavera e l’inizio dell’estate con i fiori tipici delle leguminose nella tonalità di giallo e bianco. Tra le varie specie ricordiamo: la Genista Hispanica, simile ad un cuscino; la Lydia, che scende a cascata; la Monosperma, dai fiori bianchi e profumatissimi e la Aethnensis, simile ad un alberello, con i germogli penduli come un giunco.


La Genista è caratterizzata dai suoi splendidi fiori gialli.

Coltivazione

Temperatura

Le ginestre amano il caldo, ma dimostrano una buona resistenza al freddo.

Esposizione

Esponiamole in una zona soleggiata del nostro giardino.

Annaffiature

Raramente necessita di acqua, molte volte sopporta bene anche i terreni asciutti.

Terreno

Scegliamo terreni poveri, sabbiosi, anche secchi, nei quali la fioritura è migliore.

Cure

Non richiede protezione invernale e raramente necessita di particolari fertilizzazioni.

Potature

Nelle piante adulte conviene praticare una potatura di sfoltimento per facilitare l’aerazione e il passaggio della luce solare, in quelle giovani è meglio limitarsi a una cimatura dei getti dopo la fioritura; eliminiamo sempre i rami vecchi o danneggiati.

Impianto e moltiplicazione

Si propaga per semina a fine inverno, avendo l’accortezza di passare i semi su carta vetrata per favorire l’assorbimento idrico; oppure si può riprodurre per takea semilegnosa con piede, prelevata in agosto e fatta radicare nella sabbia. Avendo radici lunghe e ramificate, è difficile da trapiantare, perciò è meglio seminarla in vasi molto alti e trapiantarla in giovane età.

Ginestra | Impariamo a coltivarla ultima modifica: 2013-09-10T09:24:56+02:00 da Faidate Ingiardino

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

GRATIS

la rivista
multimediale

Leggila subito
e scarica il PDF

Un nuovo numero disponibile ogni due mesi.
Con costruzioni fai da te e idee per la tua voglia
di bricolage
e di giardinaggio