Il Phlox è un genere che comprende circa 67 varietà, tutte native del Nord America e del Messico

Appartenenti alla famiglia delle Polemoniaceae, le piante del genere Phlox possono essere annuali, perenni e alpine, tutte contraddistinte da fiori profumati e vivaci, coltivate per la splendida fioritura dalla primavera all’autunno. Sono piante eccellenti da bordure, soprattutto anche per cestini pensili.

La pianta e le varietà

Sono piante perlopiù annuali, semiresistenti, alte dai 10 ai 45 cm; le più alte sono ottime come fiori recisi. Una varietà apprezzata è la phlox paniculata, un’erbacea perenne che raggiunge dai 40 agli 80 cm di altezza, cui cespi si espandono rapidamente. Le sue grandi infiorescenze hanno fiori con sfumature rosse, rosa, arancione, malva, porpora e bianco, in alcune la parte centrale ha persino dei colori in contrasto.

Le varietà di questo genere si presentano con diversi colori, ideali per bordure e cestini pensili.

La phlox subulata, invece, cresce intorno ai 15 cm di altezza ed è una perenne sempreverde che forma cuscini o tappeti. Cresce molto bene nei giardini rocciosi, dove ha lo spazio di espandersi. I suoi piccoli fiori piatti sono dal bianco al rosa al malva e al blu.

Coltivazione

Esposizione

Collochiamole in zone del nostro giardino ben soleggiate, al riparo dai venti forti. Resistono a timide gelate, almeno fino i -5 °C.

Tipo di terreno

Necessitano di un suolo ben drenato con concime o terriccio mescolati che trattengano l’umidità. Crescono bene anche in contenitori con terriccio universale.

Messa a dimora

Seminiamo in febbraio/marzo, in vasi di 8 cm con terriccio polivalente, mantenendo a 18°C; le piantine compaiono entro le tre settimane dalla messa a dimora. Trapiantiamole in fitocelle o in vasi individuali di 8 cm, cimando quando raggiungono i 7,5 cm; lasciamo crescere fino a maggio inoltrato e, una volta irrobustite e passati gli ultimi freddi, collochiamole all’aperto.

Irrigazione

Annaffiamo mantenendo appena umido il substrato.

Concimazione

Addizioniamo un fertilizzante a lento rilascio in granuli al terriccio prima di piantarle nei contenitori. Per quelle delle aiuole, applichiamo un nutrimento liquido in estate ogni 2-3 settimane.

Propagazione

Dividiamo i cespi in autunno ogni tre o quattro anni, accertandoci che ogni sezione abbia il suo apice e le radici in buona salute. Ripiantiamo solo i germogli esterni più giovani e vigorosi, scartando il resto. Le piantine si propagano per talee radicali.

Malattie e cure

Le muffe pulverulente possono essere un problema: usiamo un fungicida spray.

Phlox | Ideale per bordure e cestini pensili ultima modifica: 2018-03-07T09:45:44+00:00 da Faidate Ingiardino

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata