Esistono vari tipi di Crescione, tutti coltivati per le foglie eduli e consumati in insalate, panini, zuppe, stufati e piadine, come vuole la tipica ricetta romagnola

Appartenente alla vasta famiglia delle Brassicaceae, il Crescione è presente in diverse varietà. Generalmente ha un sapore piccante e speziato, ed è originario del Nord Africa e dell’Asia occidentale.

Crescione pianta

Presente in diverse varietà, la più apprezzata è il crescione dei giardini, il Lepidium savitum, un’annuale rustica a crescita rapida dal portamento eretto, alta fino a 30 cm. le sue foglie eduli, simili a quelle del prezzemolo, sono ricche di ferro e vitamine e si consumano sia fresche e crude sia cotte.

Il crescione d’acqua, invece, il Nasturium officinale, è un‘erbacea perenne che cresce lungo le rive di ruscelli bassi e corsi d’acqua dolce. Le sue foglie hanno un leggero sapore piccante, adatto a ripieni, zuppe e stufati.

Un esempio completo di piantina di Crescione d’acqua.

 

Infine, la Barbarea verna, l‘erba di Santa Barbara vernale, è una biennale per lo più coltivata come un’annuale e apprezzata per le foglie eduli e i fusti, che hanno un sapore decisamente piccante.

Crescione coltivazione

La coltivazione di questo genere dipende ovviamente dalle varietà che si vogliono seminare. L‘erba di Santa Barbara si propaga da seme piantato a inizio primavera e in autunno. Le foglie a ciuffi si raccolgono quattro o cinque settimane dopo, e se lasciata stare, la pianta germoglia di nuovo l’anno seguente.

Il Lepidium savitum si pianta in buchette del terreno in qualsiasi periodo dell’anno, eccetto che nelle zone fresche, dove si può coltivare all’aperto solo nei mesi caldi. Prima di piantare, incorporiamo nel terreno un fertilizzante completo; distanziamo le piante di 30 cm e teniamole in semi-ombra. Annaffiamo bene nei periodi asciutti e raccogliamoli quando le piantine sono alte circa 30 cm.

Discorso diverso invece per il Nasturium, che dev’essere piantato in fioriere, in primavera o in autunno, oppure in trincee riempite con un terriccio da vaso ricco o in terreno ricco di humus e posto in semi-ombra. Più il Nasturium si taglia, più la pianta ramifica.

Malattie e cure

Facciamo attenzione a diverse malattie fungine, che possono compromettere seriamente la vita delle coltivazioni. Un occhio di riguardo soprattutto per la fasciola hepatica, un verme che si sbarazza volentieri del fogliame.

Crescione proprietà

I crescioni sono ricchi di ferro, calcio e magnesio, ma sono anche degli ottimi antibiotici naturali in caso di affezioni polmonari, grazie al loro elevato “potere” espettorante.

Crescione | Le varietà e la coltivazione ultima modifica: 2018-04-26T11:59:35+00:00 da Faidate Ingiardino

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.