Molte varietà di opuntia sono coltivate per le qualità ornamentali, ma l’opuntia ficus indica è apprezzata principalmente per i suoi frutti commestibili: i fichi d’india

L‘opuntia, appartenente alla vasta famiglia delle Cactaceae, è un cactus che tende a diventare quasi un albero alto dai 3 ai 5 m, con foglie appiattite, segmentate, dette pale. Porta fiori giallo brillante lungo i margini dei segmenti, che maturando si trasformano nei frutti succulenti da rosso intenso al porpora, apprezzati in molte parti del mondo.

La o.ficus indica in natura.

Fico d’india

Prima di mangiare il frutto, il fico d’india, laviamolo e spazzoliamolo per eliminare principalmente le spine. Tagliamo le due estremità, incidendo la scorza e quindi sbucciandoli. I frutti si consumano crudi, a volte affettati e irrorati di succo di limone o lime, o nelle marmellate.

I fichi d’india sono commestibili e molto zuccherati.

Coltivazione

Esposizione

Sono piante che necessitano di molta luce: esponiamole a sole diretto per tutto l’anno, facendo attenzione che d’inverno il termometro non scenda mai al di sotto degli 0 °C. In estate ripariamole dai caldissimi raggi solari posizionandole a mezz’ombra.

Tipo di terreno

Se vogliamo coltivarle all’esterno, si adattano ottimamente a terreni poveri e sabbiosi. In vaso invece, utilizziamo della composta da cactus aggiungendo o della sabbia grossolana o della perlite in rapporto 2:1.

Irrigazione

Manteniamo la composta umida in primavera e estate, annaffiando una volta a settimana; in autunno e inverno non lasciamo che il terreno si secchi completamente, intervenendo saltuariamente una volta al mese.

Concimazione

Applichiamo ogni 3/4 settimane dalla primavera all’estate del concime liquido diluito nell’acqua di irrigazione contenente fosforo e potassio in maggiori quantità.

Potatura

Più che una normale potatura, queste piante subiscono spesso la scozzolatura, una tecnica che consente di eliminare i fiori sviluppati in primavera per ottenere una migliore fruttificazione tardiva.

Malattie e cure

Dopo molti anni di ricerche, molte infestazioni sono sotto controllo, ma queste piante vanno sorvegliate regolarmente. Spesso attaccate dalle cocciniglie (rimuoverle con batuffolo di cotone imbevuto di alcol o insetticidi sistemici) sono piante soggette a malattie fungine, che il più delle volte causano un insecchimento fogliare: possiamo intervenire con antigrittomatici sistemici.

Opuntia proprietà

Dalle pale si ottengono sostanze chimiche che stimolano il sistema immunitario come il carotene, che il nostro organismo trasforma in Vitamina A e i flavonoidi, che proteggono la pelle e agiscono come “metabolizzanti” su polmoni e intestino.

Il gel che si estrae dalle pale di queste piante è impiegato in erboristeria per i suoi polisaccaridi, che aiutano a ridurre l’appetito, creando sazietà all’interno dello stomaco e limitando l‘assorbimento di zuccheri e grassi. 

Opuntia | Tutto quello che occorre sapere sul Fico d’India ultima modifica: 2018-01-31T08:44:24+00:00 da Faidate Ingiardino

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata