Originarie del Sudafrica e della Namibia, le piante del Lithops hanno un corpo dalla superficie piatta, a “sasso” : non a caso, nel linguaggio comune, è soprattutto nota come “pianta sasso” o “sasso vivente”

Appartenente alla famiglia delle Aizoceae, il genere Lithops è composto da foglie opposte, rigonfie, carnose, unite alla base e divise per la metà della lunghezza da una fenditura stretta. Le desinenze greche”lithos” e “opsis“, rispettivamente “pietra” e “aspetto“, gli hanno conferito il nome comune di pietre vive o sassi viventi.

Lithops cactus?

Questo genere rientra nella classificazione globale dei cactus? La risposta è “ni“: sono succulente e grasse come tutte le cactaceae, ma non appartengono alla loro famiglia. Forse a ingannare è la loro struttura: senza gambo, formanti lentamente gruppi di piante che ogni anno aumentano di uno o due corpi, come se generassero delle vere e proprie colonie.

Quando queste piante fioriscono producono un bellissimo fiore a margherita di colore giallo.

I fiori a margherita gialli o bianchi emergono dalle fessure a tarda estate o in autunno, coprendo completamente la pianta quando si aprono. Fioriscono per alcuni giorni da mezzogiorno al tramonto.

Lithops coltivazione

Esposizione

Sono piante che in natura si sviluppano in zone calde: esponiamole in pieno sole, in un luogo o ambiente possibilmente ben areeggiato. Facciamo attenzione all’estate e ai raggi solari troppo caldi e diretti che possono causare indesiderate bruciature.

Tipo di terreno

Sviluppano bene in un terreno ben drenato, dal momento che soffrono gradi di umidità troppo elevati e conseguenti ristagni idrici: consigliamo quindi di applicare della sabbia grossolana o perlite per facilitare il drenaggio. Non aggiungiamo terriccio in abbondanza: le foglie possono destrutturarsi e quindi indebolirsi, soggette più frequentemente ad avversità insetticide, fungine o parassitarie.

Irrigazione

Annaffiamo normalmente dall’inizio dell’estate fino alla fine dell’autunno, ma lasciamole asciutte per il resto dell’anno, quando entrano in riposo vegetativo.

Concimazione

Non necessitano di particolari fertilizzazioni. Possiamo intervenire saltuariamente in estate con un fertilizzante ricco di fosforo e povero di azoto per velocizzare la crescita.

Propagazione

Possiamo propagarle ottimamente per seme piantato in primavera, che germina generalmente a 27 °C. Stacchiamo e invasiamo i polloni in estate.

Malattie e cura

A parte le cocciniglie che possono attaccare le radici, da rimuovere con insetticidi a largo spettro, molte avversità derivano da errori in fase di coltivazione. Quando le piante ricevono poca luce tendono a svilupparsi a forma allungata; troppe irrigazioni oltre a farle cambiare aspetto le fanno assumere un colore “pallido” e sbiadito.

Lithops | I “sassi viventi”: piantine grasse simili ai sassi ultima modifica: 2018-01-31T09:23:16+00:00 da Faidate Ingiardino

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata