Un concime granulare che risolve il problema delle applicazioni multiple

I concimi (o fertilizzanti) sono prodotti impiegati in giardinaggio e agricoltura allo scopo di aggiungere al terreno elementi nutritivi utili alla crescita di determinate piante. Il terreno da solo non basta: nonostante questo costituisca organicamente una fonte nutritiva, occorre infatti conferirgli maggiori elementi utili allo sviluppo di generi e varietà. Le sostanze organiche e inorganiche più utilizzate sono sono a base di tre elementi chimici: N (Azoto), P (Fosforo), K (Potassio). Osmocote, un concime universale a lenta cessione, ne contiene esattamente tutti e tre, con l’aggiunta di altri importanti microelementi.

Osmocote: che cos’è?

Osmocote è un concime granulare universale a lenta cessione dedicato a tutte le piante ornamentali in vaso da interno e da esterno e ortaggi. Contiene azoto totale, nitrico e ammoniacale, anidride fosforica, ossido di potassio e alcuni microelementi indispensabili, quali ossido di magnesio, l’ossido di rame e l’ossido di zinco. È il fertilizzante più apprezzato sia dai florovivaisti specializzati sia dai consumatori hobbisti, perché capace di nutrire per sei mesi dalla sua applicazione e garantire un’ottima qualità delle coltivazioni incrementate.

Come si applica?

Pronto all’uso, i granuli di Osmocote sono avvolti da una speciale resina protettiva: questa impedisce il contatto diretto del concime con le radici, evitando pericolo di ustioni da sovradosaggio con una sola applicazione per stagione. L’umidità del terreno entra nei pori della resina solubilizzando i nutrienti. All’aumentare della temperatura, aumenta la crescita, e quindi i fabbisogni della pianta che sono soddisfatti da un maggior rilascio dei nutrienti da parte del granulo.

I procedimenti

Ogni confezione di Osmocote è studiata per ottenere un’adeguata conservazione del prodotto con un’alta praticità di utilizzo: in busta e quindi da tenere in piedi in modo molto stabile.

Prima di cominciare l’applicazione, è importante disporre di tutti gli strumenti utili: non solo l’Osmocote, ma anche gli appositi guanti da giardinaggio, il contenitore con il terriccio, il vaso che ospiterà il successivo rinvaso, l’annaffiatoio colmo d’acqua per irrigare in conclusione del trattamento.

Con i guanti da giardinaggio si apre la busta contenente i granuli: l’apertura, suggerita nella parte superiore della bustina, va eseguita correttamente per non ottenere una errata dispersione dei granuli.

Si versano i granuli sul palmo di una mano, pronti a essere mescolati con il terriccio opportunamente inserito all’interno del vaso.

I granuli entrano a contatto con il terriccio: questi sono ricoperti da una resina biodegradabile che evita il contatto diretto del concime con le radici, scongiurando rischi di ustioni da sovradosaggio.

Una volta mescolati terriccio e granuli, si rinvasa la pianta a cui è dedicata la fertilizzazione, mediante l’ausilio di una paletta e di un sacco cui all’interno è contenuto il terreno necessario per il rinvaso.

Rinvasata la pianta e compattando in modo omogeneo il terreno, si annaffia abbondantemente, ricordandosi di non esagerare eccessivamente per non causare ristagni d’acqua.

Scheda tecnica

  • composizione: concime CE, NPK (MgO) ottenuto per miscelazione 17-09-11 (2);
  • microelementi: Fe (Ferro) chelato con EDTA, Cu (rame), Mn (manganese), Mo (mobildeno), Zn (Zinco);
  • formulazione: granuli a cessione controllata;
  • durata: 6 mesi.
KB Osmocote | Concime a lenta cessione che dura sei mesi ultima modifica: 2018-04-20T16:04:49+00:00 da Faidate Ingiardino

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.