Esistono moltissimi fiori blu facilmente coltivabili in ogni stagione, così da avere un angolo di paradiso sempre nel nostro giardino oppure sul nostro terrazzo

Un prato o un giardino fiorito sono una gioia per gli occhi e per il cuore. I colori mettono di buon umore, in particolare il blu che regala all’osservatore un senso di pace e rilassatezza in quanto pare che regolarizzi il battito cardiaco: è esattamente ciò che succede quando ci troviamo in silenzio davanti ad un paesaggio marino o alla volta celeste.
Di seguito 14 fiori blu, per ogni stagione dell’anno, da coltivare in vaso o in giardino.

Primavera

Anemone Blanda

Anemone Blanda

Anemone Blanda (Anemone Azzurra)

È un’elegante pianta perenne bulbosa, appartenente alla famiglia delle Ranuncolaceae. L’anemone è anche noto come “fiore del vento” per la delicatezza dei suoi fiori a forma di calice: nel linguaggio dei fiori significa infatti abbandono, caducità di un sentimento.
Tra le specie più diffuse c’è l’Anemone blanda (Anemone azzurra) con fiorellini blu intenso.
L’Anemone Azzurra predilige un clima temperato che non superi i 20°: è preferibile coltivare la pianta in mezzombra in quanto in natura cresce solitamente nei pressi di siepi o alti alberi. Necessita di un terreno organico ricco di potassio, ben drenato e da concimare con fertilizzanti possibilmente azotati. L’Anemone deve essere innaffiato due volte alla settimana, ma comunque solamente quando il terriccio risulta asciutto.

Pulmonaria

Pulmonaria

I fiorellini blu della Pulmonaria

La Pulmonaria (polmonaria) è una pianta erbacea perenne officinale, dalle proprietà astringenti, espettoranti, lenitive e diuretiche. Appartiene alla famiglia delle Borraginaceae ed è originaria delle regioni caucasiche ed europee. È amata per i suoi fiori blu a campanule che spuntano su lunghi steli. La caratteristica della Polmonaria è che nello stesso calice sbocciano fiori di colore diverso a causa della presenza di pigmenti colorati che, col variare del PH, comportano il mutare dei colori dei fiori.
La Polmonaria non ama la luce solare diretta ne il caldo, prediligendo i luoghi più ombrosi e freschi.
Necessita di un terreno profondo, soffice, organico e ben drenato che deve essere innaffiato da marzo ad ottobre regolarmente, evitando i ristagni d’acqua.
Può essere concimata con prodotto granulare a rilascio graduale ogni 4 mesi oppure con fertilizzante liquido diluito ogni 20 giorni.

Consolida

fiori blu Consolida

Consolida

 

Il suo nome nel mondo botanico è Symphytum Officinalis e deriva dal greco “symphuo” che significa unire. In ambito officinale le radici della pianta hanno potere cicatrizzante e le stesse foglie sono ricche di vitamine, di potassio, di fosforo e di calcio.
Il fogliame, lanceolate e ricco di nervature, e i fusti sono ricoperti di un leggera peluria; i fiori penduli azzurri, viola o bianchi fioriscono in primavera e sono simili a campanelle. Richiede un terreno dal PH neutro, dal substrato ricco di sostanze nutritive e da mantenere sempre umide. La Consolida ama il sole, resiste a temperature rigide o torride e deve essere concimata solamente se ha difficoltà a crescere.

Estate

Papavero blu dell’Himalaya

Il bellissimo Papavero blu dell’Himalaya (Meconopsis Betonicifolia)

Trattasi di una pianta erbacea perenne, nota come Meconopsis Betonicifolia: conquista con i suoi spettacolari fiori azzurro cielo, simili al papavero, con 4-5 petali, che sbocciano in primavera tra lunghe foglie verde ricoperte di peluria.
Necessita di un terreno fresco, sciolto, dal PH acido e richiede abbondanti innaffiature durante il periodo vegetativo, da ridurre drasticamente però in autunno e in inverno: proprio durante la stagione fredda è importante pacciamare il terreno con paglia e foglie.
Ama i luoghi freschi e luminosi, ma non i raggi diretti del sole che possono portare addirittura alla morte della pianta.

Agapanthus

fiori blu agapanto

Agapanto

È una pianta erbacea perenne e rizomatosa, originaria dell’Africa del Sud. Il suo nome deriva da “anthos” e “agapé” e significa fiore dell’amore. La pianta ha un fusto carnoso ed eretto che culmina in un infiorescenza ad ombrello, composta da fiori a campanule azzurri, blu oppure bianchi. Le foglie della pianta formano un fitto cespuglio e sono nastriformi, con una lunghezza che sfiora gli 80 cm. L’Agapanthus deve essere posizionata al sole, con ombra garantita nelle ore più calde. L’inverno corrisponde al suo periodo vegetativo e non teme il freddo anche se è sempre meglio pacciamare il terreno con paglia e torba.
Richiede un terreno soffice, ricco di sostanze nutritive e molto profondo per consentire alle radici di espandersi.

Amsonia Orientalis

Amsonia Orientalis

Amsonia Orientalis

I fiori di questa pianta, appartenente alla famiglia delle Apocynaceae, è di un bellissimo colore blu scuro e sboccia tra fine giugno ed agosto: hanno la forma di stelle a 5 petali allungati e sorgono in cima a lunghi fusti cilindrici.
Si tratta di una pianta rustica perenne originaria della Turchia, la cui radice fascicolata la rende piuttosto robusta e resistente fino a -20°. Molto bello è anche il suo fogliame che ricorda molto quello di un piccolo salice, con foglie lanceolate verdi chiare.
Per far si che la pianta sia bella e rigogliosa, è bene predisporre un terreno organico, sabbioso e ben drenato: le innaffiature devono essere moderate in estate e in primavera, avendo però l’accortezza di non bagnare le foglie.

Nigella Damascena

Nigella Damascena

La Nigella Damascena è una pianta erbacea annuale appartenente alla famiglia delle Ranuncolaceae ed originaria dell’Europa centrale e meridionale. Si presenta con una robusta radice a fittone, fogliame frastagliato grigio verde e steli eretti che terminano con fiori azzurri con 5 petali allungati. Dopo ogni fioritura fanno la comparsa capsule tondeggianti assai ricche di semi: in tal caso è bene tagliare gli steli alla prima comparsa di queste capsule, per non mettere a repentaglio la prossima fioritura.
La Nigella Damascena può essere posta al sole o in mezzombra, anche se in quest’ultimo caso è importante garantirle almeno 6 ore di sole al giorno, lasciandola all’ombra nelle ore più torride. La pianta non sopporta né il freddo né i venti ma regge bene la siccità a patto che venga innaffiata regolarmente evitando ristagni acquei. Predisporre un terreno ricco di sostanze nutritive e ben drenato, concimandolo ogni 20 giorni con fertilizzante liquido.

Agerato Celestino

agerato celestino

I fiori azzurri/violetti dell’Agerato Celestino resistono fino ad autunno inoltrato

È una pianta erbacea annuale e perenne della famiglia delle Asteraceae. L’Agerato Celestino altrimenti detto Houstoniana è originario del Messico e costituisce la varietà più decorativa, con i suoi fiorellini azzurri che resistono fino ad autunno inoltrato. I suoi fusti carnosi emergono tra vellutate foglie ovali, da cespi ramificati e sono sublimati dai suddetti fiori che si presentano come pompon, che poi lasciano il posto a frutti assai ricchi di semi.
L’Agerato Celestino predilige la luce diretta del sole almeno per 5 ore al giorno, mentre mal sopporta il freddo già dai -4° C e i venti.
Necessita di terriccio organico e soffice, al quale deve essere aggiunta della sabbia per garantire il necessario drenaggio dell’acqua in eccesso. La pianta può essere concimata ogni 20 giorno con fertilizzante liquido durante il periodo vegetativo.

Autunno

Genziana

genziana fiore blu

Gli inconfondibili fiori blu intenso della Genziana

È una nota pianta officinale tipica di ambienti alpini e montani, scelta spesso per colorare giardini e terrazzi per via dei suoi fiori blu campanulati. Richiede un terreno profondo, soffice e ben drenato, con un substrato appena acido. Le innaffiature devono sopperire alla mancanza di pioggia solamente nei periodi siccitosi e comunque senza mai creare ristagni d’acqua che altrimenti fanno marcire il rizoma. Per consentire alla Genziana un crescita rigogliosa è importante concimarla con un prodotto ricco ad esempio di fosforo, zinco, potassio, azoto e nichel.

Tweedia Caerulea

Tweedia Caerulea

Tweedia Caerulea

La Tweedia Caerulea appartiene alla famiglia delle Apocynaceae ed è una pianta di tipo arbustivo che può raggiungere anche i 50 cm di altezza. Originaria dell’Uruguay e del Brasile, presenta steli sottili, necessitanti spesso di supporti, che culminano in fiori a forma di stella riuniti in grappoli: sono di colore azzurro che, prima di lasciare il posto a baccelli ricchi di semi, diventano violacei. Nonostante non soffra i climi rigidi, la Tweedia Caerulea ama i luoghi caldi e luminosi. È una pianta di facile coltivazione che necessita un semplice terreno fresco, organico e ben drenato, da innaffiare molto d’estate e poco d’inverno.

Aster Novi-Belgii

Fiori di Aster Novi-Belgii con tonalità tendenti al lilla

L’Aster Novi-Belgii è uno splendido fiore, simile alla margherita, solitamente fioir blu (ma anche lilla, violetto, bianco e giallo), che nel linguaggio dei fiori indica una brillante fonte d’ispirazione. Sia le foglie della rosetta basale sia quelle allungate in alto, sono ricoperte di una leggera peluria. La pianta, originaria principalmente del Nord-America, è perenne o annuale e predilige il sole anche se lo sviluppo non ne risente in mezzombra. L’Aster Novi-Belgii richiede un terreno, ricco di humus, organico e da mantenere sempre umido senza creare ristagni d’acqua.

Commelina Coelestis

Commelina Coelestis

I delicati fiorellini della Commelina Coelestis

La pianta erbacea, annuale o perenne, appartiene al genere Commelinaceae e vanta almeno 170 specie. I suoi fiori blu intenso, che sbocciano al mattino per appassire al pomeriggio, sono altamente decorativi: sono formati da tre petali di cui due “ad orecchie di topo” e un terzo inferiore. La pianta deve essere posizionata in mezzombra e le innaffiature devono essere costanti solo durante il periodo vegetativo (mentre d’inverno devono essere ridotte). Per una crescita ottimale della pianta è bene concimarla con fertilizzante liquido ricco di potassio.

Inverno

Lachenalia Orchioides

Lachenalia Orchioides

Il nome di questa pianta è legato al botanico De Lachenal ed è una bulbosa perenne esotica: si caratterizza per vivaci fiori tubolari simili a spighe, profumatissimi e di colore blu (oppure arancio, gialli, rosa e lilla) che sbocciano in cima a steli cilindrici. La pianta richiede un terreno acido, soffice e ben drenato, anche con l’ausilio di sabbia. È consigliato innaffiarla abbondantemente alla prima comparsa delle foglie fino a quando queste, larghe e coriacee, seccano. La Lachenalia Orchioides ama la luce e le temperature miti non superiori ai 18°.

Pycnostachys Dawei

Pycnostachys Dawei dagli insoliti fiori blu

È una pianta del genere Lamiaceae originaria dell’Africa Sub-Sahariana, orientale e del Madagascar. Dai fusti marroni emergono foglie dentellate simili a quelle dell’ortica che, se schiacciate, sono fortemente aromatiche. In cima agli steli sorgono spighe in cima alle quali sbocciano fiori blu. Tollera bene l’umidità ed il caldo e richiede sole o mezzombra: la troppa ombra impedisce la fioritura e rende il fogliame spento.

14 fiori blu per tutte le stagioni ultima modifica: 2018-08-07T10:18:57+00:00 da Laila de Carolis

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.