Creiamo aiuole, bordure e scenografie naturali grazie alla profusione di colori dei bulbi estivi…u n viaggio tra lillium, gladioli, dalie, calle, iris e crocosmie, facili da piantare e dal sicuro effetto scenico

Al momento di decidere quali fiori renderanno belli i nostri giardini, balconi e terrazzi durante la stagione calda, indirizziamoci verso i bulbi estivi che offrono, tra l’altro, la possibilità di scegliere fra un’infinità di forme e colori. Può essere l’occasione per sperimentare alcune varietà di bulbose che, nella maggior parte dei casi, sono originarie di zone in cui la presenza dell’acqua, soprattutto quella piovana, è molto scarsa, come le praterie del Sud Africa, da cui provengono calle, gladioli, agapanthus, oppure l’America centrale, terra d’elezione delle dalie. Vediamo dunque insieme quali sono le principali tipologie “estive”.

Bulbi estivi quali?

Dahlie

Per creare una bordura vivace basta scegliere un mix di tante varietà diverse di Dahlia e accostarle tra loro. Per tutta l’estate potremo ammirare un susseguirsi di fioriture spumeggianti.

Zantedeschia (calla)

Coltivata soprattutto per essere utilizzata come fiore reciso, può raggiungere il metro e mezzo d’altezza.

Gladiolus ballino

Per orti e giardini è bene privilegiare fiori a stelo alto come il gladiolo “ballino”, caratterizzato da fiori con macchia rosa al centro. Da abbinare ad altre varietà da taglio come il lilium.

Agapanthus donau

Bulbosa dal lungo stelo carica di fiorellini campanulati color violetto disposti a raggera.

Crocosmia crocosmiiflora

Fiorisce da giugno a settembre, producendo diverse spighe cariche di fiorellini, dapprima campanulati e poi aperti a stella, che schiudono in successione fino all’apice.

Gladiolus elvira

Gladioli “mini”, dal fiore piccolo e stelo breve (solo 50 cm) con tepali bianchi su cui compare un disegno rosa a losanga.

Begonia dragon wing

Generosa nella vegetazione fatta di lunghi rami e di foglie verde tenero, carnose e affusolate, carica di fiori simili a campanelle, leggermente pendule sotto il peso dei petali.

Lilium yelloween

I gigli, oggi normalmente chiamati lilium, stanno benissimo in combinazione con piante perenni, sia in vaso sia in piena terra. La varietà dei colori è ricca e alcune specie hanno fiori deliziosamente profumati.

Bulbi estivi quando piantarli

Interriamo i bulbi nel giardino coprendoli con uno strato di terra di spessore doppio alla loro altezza.

Per i tuberi “a zampa” delle dalie formiamo nella buca un cono di terra su cui distendere le “zampe”.  

Se coltiviamo i bulbi in vaso disponiamo sul fondo uno strato di argilla espansa a palline.

Prepariamo una miscela di terriccio universale e sabbia. Rimescoliamo bene e distribuiamo sulle palline.

Disponiamo i bulbi e riempiamo con il restante terriccio fino a 1 cm dal bordo. Pressiamo bene la terra.

Nella prima settimana bagniamo almeno due volte. Nei periodi seguenti bagnare una volta a settimana.

Bulbi estivi | Quali sono e come trapiantarli ultima modifica: 2018-06-01T12:23:50+00:00 da Faidate Ingiardino

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata