Del tulipano esistono oltre cento varietà e qualche centinaio di ibridi: come coltivarli?

Appartenente alla famiglia delle Liliaceae, il Tulipano (Tulipa) é un bulbo che fiorisce generalmente tra la tarda primavera e l’inizio dell’estate. I moderni tulipani sono il risultato dei vasti programmi di ibridazione e di selettocoltura avviati in Europa alla fine del XVI secolo e tutt’oggi portati avanti. Non a caso é risaputo che la passione per questi fiori risale in Europa al 1500 e da allora molti incroci sono stati fatti con bulbi provenienti dalla Turchia e dall’Iran con risultati stupefacenti.

Il bulbo

Il tulipano, la cui altezza oscilla tra i 15 e i 60 cm, si adatta a tutti i tipi di giardino, purché sia bene esposto alla luce del sole. Unica precauzione è evitare terreni in cui l’acqua ristagni. Il terreno va preparato in anticipo concimandolo per bene. Se si concima all’atto della piantagione facciamo attenzione che il concime non venga a contatto diretto con i bulbi.


I tulipani figli di diverse ibridazioni sono disponibili in più colori.

Trapianto

Disponiamoli a file parallele (1) o creando un’unica bordura (2).

Quando sono sfioriti si tolgono dalla terra per farli riposare in luogo asciutto e fresco. Se i bulbi di tulipano si lasciano interrati (a condizione che l’inverno non sia troppo rigido) la successiva fioritura sarà meno rigogliosa. Questo bulbo si adatta a tutti i tipi di giardino, purché siano bene esposti alla luce del sole.

Unica precauzione è evitare terreni in cui l’acqua ristagni. Il terreno va preparato in anticipo concimandolo per bene. I fiori, con le loro tinte anche forti, assicurano effetti molto belli anche quando vengono recisi e conservati in vaso. I bulbi si acquistano in centri di giardinaggio, ma meglio ancora da cataloghi specializzati che vendono online e per corrispondenza.

Il riposo

  1. Finita la fioritura, quando anche le foglie del tulipano sono ingiallite, togliamo i bulbi dal terreno scalzandoli con l’aiuto di una paletta. Solleviamoli con precauzione per non danneggiarli.
  2. Se ci troviamo con un ammasso di bulbi separiamoli uno per uno districandone le radici evitando di strapparle.
  3. Con l’aiuto di una spazzola a setole non troppo rigide eliminiamo dai bulbi e dalle radici il terriccio presente.
  4. Riponiamo i bulbi di tulipano in un contenitore, preferibilmente di vimini e non di plastica. Conserviamoli in luogo asciutto e buio fino al momento di interrarli.
Tulipano | Come piantare i bulbi passo-passo ultima modifica: 2013-09-10T16:23:38+02:00 da Faidate Ingiardino

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

GRATIS

la rivista
multimediale

Leggila subito
e scarica il PDF

Un nuovo numero disponibile ogni due mesi.
Con costruzioni fai da te e idee per la tua voglia
di bricolage
e di giardinaggio