Carex è un genere di piante ideali da sviluppare presso giardini rocciosi o acquatici

Appartenente alla famiglia delle Cyperaceae, la Carex, conosciuta con i nomi di Carice o falasco, è un genere di piante originarie della Nuova Zelanda. Quasi tutte le varietà prediligono condizioni di terreno acquitrinose, come giardini acquatici o stagni; alcune possono essere invasive, ma sono piante erbacee molto attraenti e di grande effetto in tutti i giardini.

Carex pianta

Caratterizzata da fusti solidi e basi fogliari isolanti, questa pianta presenta un fogliame prevalentemente piatto, simile a quello dei fili d’erba, e le sue infiorescenze di colore marrone o verde a volte sembrano dei piccoli semi. Queste, formando mazzi o spighe, sono ideali per realizzare delle composizioni di fiori secchi e recisi.


Alcune varietà presentano delle striature bianco-marroni del fogliame.

Una varietà apprezzata e coltivata maggiormente è la Carex morrowii, contraddistinta da strisce bianche e verdi sul fogliame. Ha inoltre una dote importante, come la C.secta: in natura stabilizza l’erosione delle rive dei corsi d’acqua.

Coltivazione

Esposizione

Scegliamo ambienti dove possa ricevere ottima luce: va bene il sole diretto, ma una leggera ombra parziale non da particolari fastidi. Tollera temperature elevate, mentre teme quelle inferiori agli 8 °C.

Tipo di terreno

Alla messa a dimora è opportuno distanziare le piantine a una distanza di circa un metro: tendono a formare fitti cespugli e non devono essere coltivate troppo vicine. Scegliamo comunque un terreno preferibilmente acido, ricco di materia organica e ben drenato.

Irrigazione

In primavera e in estate annaffiamo regolarmente, dal momento che prosperano bene in presenza di climi umidi. Durante il resto dell’anno applichiamo delle nebulizzazioni. Tuttavia, è meglio non esagerare con le annaffiature: temono i ristagni idrici, i quali possono determinare la marcescenza delle radici.

Concimazione

Dalla primavera aggiungiamo del fertilizzante liquido a dosi dimezzate ad alto contenuto di fosforo e potassio.

Propagazione

Si propaga per divisione in primavera.

Malattie e cura

Teme gli afidi, da rimuovere con insetticidi organici o inorganici, oppure mediante l’utilizzo di coccinelle.

Carex | Pianta dal ricco fogliame: cosa c’è da sapere ultima modifica: 2018-06-28T11:06:31+02:00 da Faidate Ingiardino

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

GRATIS

la rivista
multimediale

Leggila subito
e scarica il PDF

Un nuovo numero disponibile ogni due mesi.
Con costruzioni fai da te e idee per la tua voglia
di bricolage
e di giardinaggio