Per gustare ottimi champignon non è necessario muoversi da casa, basta coltivarli in cassetta nel modo giusto.

 

Se la ricerca di funghi nel bosco non è andata come speravamo si può sempre ripiegare sugli champignon coltivati in casa.

 

cassetta champignon

 

Qui di seguito vengono spiegate passo passo la coltivazione e l’essiccazione.


 

COLTIVAZIONE

1-2

1 Si lava bene una cassetta e la si fa asciugare. Sul fondo e sulle pareti si stende un foglio di plastica nero, con una certa abbondanza, in modo che un lembo possa fungere da copertura.

2 Si versa il miscuglio di letame e paglia nella cassetta e lo si compatta fino a circa 5 cm dal bordo. Si bagna con acqua e si copre con il foglio di plastica. Per due settimane si lascia riposare il substrato.

 

coltivazione champignon 3-4

3 Si acquista il micelio pronto (in barattolo o in scatola) e lo si immette in alcune buche profonde 3-4 cm, distanziate di 10-15 cm, con un cucchiaino. Si bagna e si copre. Lo si mantiene sempre umido annaffiando tutti i giorni, senza provocare ristagni.

4 Dopo circa due-tre settimane si forma una muffa biancastra, su cui va sparso uno strato di torba-ghiaino e carbonato di calcio. La terra va poi irrorata, compattata e lisciata per bene.

 

coltivazione champignon 5-6

5 La cassetta va posta in un ambiente con temperatura attorno ai 16-20 °C , mantenendo sempre umido il terreno.

6 Dopo 15-20 giorni cominceranno a spuntare i primi funghi, da far crescere fino alla dimensione voluta prima di raccoglierli.

 

ESSICCAZIONE

L’essiccazione è uno dei pochi metodi di conservazione dei funghi (ma anche di frutta e ortaggi) che permette di mantenerne pressoché inalterate caratteristiche organolettiche e componenti nutritive.

funghi secchi

 

 

Il processo di eliminazione dell’acqua priva i microrganismi decompositori dell’elemento fondamentale per la loro azione e, in definitiva, ne blocca l’attività. Possiamo essiccare i funghi con Biosec il cui modulo base è costituito da un contenitore (tunnel) a sezione quadrata nel quale vengono collocati i cestelli di essiccazione, inseriti sulle guide di scorrimento. Nella porta mobile sono montate un’elettroventola, che spinge l’aria attraverso i cestelli nel tunnel, e una resistenza elettrica, che consente di accelerare il processo di essiccazione. Tauro Essiccatori

 

 

essiccatore

Champignon: coltivazione ed essiccazione ultima modifica: 2016-09-01T15:21:21+02:00 da Faidate Ingiardino

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

GRATIS

la rivista
multimediale

Leggila subito
e scarica il PDF

Un nuovo numero disponibile ogni due mesi.
Con costruzioni fai da te e idee per la tua voglia
di bricolage
e di giardinaggio