L’arachide è una pianta antica originaria del Brasile e, nonostante sia facile da coltivare, è poco diffusa nei nostri orti. È un ottimo alimento, ricco di nutrienti e utilizzato in diverse preparazioni

L’arachide è una leguminosa esotica, i cui frutti, conosciuti anche come “noccioline americane” o “pistacchi di terra”, sono spesso consumati tostati in occasione di festività o per gli aperitivi. Ma questi semi appetitosi hanno una particolarità che forse non tutti conoscono: crescono sotto terra.

La pianta ha origini lontane, proviene infatti dal Sud America, per la precisione dal Brasile, dove veniva consumata già nel periodo precolombiano. Nell’arco di due secoli dalla scoperta dell’America si diffuse in Africa, Asia e solo nella metà del XIX secolo in Europa. In Italia la produzione iniziò nel 1870 in Piemonte, nella zona di Valenza (AL) e si estese anche in altre regioni sino a giungere in Sicilia; ma in poco più di un secolo la coltivazione in pieno campo scomparve.


Nonostante nel nostro Paese la sua produzione sia poco diffusa, l’arachide si presta a essere coltivata facilmente nei nostri orti; inoltre, proprio come le altre leguminose, arricchisce il terreno di azoto, migliorandone la fertilità e predisponendolo alla rotazione delle colture.

Vediamo di seguito le caratteristiche di questa curiosa pianta, i suoi usi e i consigli per coltivarla al meglio.

Arachidi pianta

La pianta di arachide presenta numerosi steli dai quali si sviluppano le foglie alterne, paripennate e di forma ovale. I fiori sono papilionacei, il cui aspetto ricorda molto quello di una farfalla; sono costituiti da petali di colore giallo con striature interne rosse. Sbocciano a giugno.

I frutti sono una sorta di baccello coriaceo che contiene da 1 a 4 semi; questi hanno forma ovale, le dimensioni di un fagiolo e sono coperti da una buccia sottile di colore rosso-granata. I semi di arachide, a seconda della regione, sono detti anche: spagnolette, noccioline americane, bagigi, barbagigi, calacavisi, scacchetti, cecini, gallette, marchesini, scaccaglie e giapponi.

arachide pianta

La loro particolarità è che, a differenza dei frutti delle altre leguminose, maturano sottoterra (questo fenomeno è chiamato geocarpia).

La produzione dei frutti segue un percorso caratteristico: il peduncolo del fiore, detto “carpoforo”, una volta fecondato si allunga e penetra nel terreno alla profondità di qualche centimetro dove il baccello cresce e giunge a maturazione.

L’apparato radicale è costituito da un fittone dal quale si sviluppano radici laterali dotate di tubercoli, fondamentali per la fissazione dell’azoto atmosferico nel terreno.

Arachidi coltivazione

Terreno

L’arachide non ha particolari esigenze e, in linea di massima, si adatta a qualunque tipo di terreno. Tuttavia, affinché i frutti possano svilupparsi liberamente, è importante che il suolo sia ben sciolto. Inoltre è consigliabile un terreno profondo, sabbioso e ben drenato al fine di scongiurare i ristagni idrici, potenzialmente dannosi per i baccelli.

Esposizione

Nonostante si tratti di una pianta tropicale cresce bene anche nel nostro Paese, purché non si tratti di zone in alta collina o in montagna. Ama il clima mite e cresce a temperature non inferiori ai 16 °C, al contrario teme le gelate e il freddo intenso. Predilige ambienti soleggiati e riparati dalle correnti forti. L’arachide, grazie all’elasticità della parte aerea e al fatto che il terreno ne protegge i frutti, è resistente alle grandinate intense.

Irrigazione

La pianta di arachidi sopporta bene la siccità, ciò nonostante, al fine di migliorane la produttività, si consiglia di annaffiarla regolarmente durante l’estate, ma senza eccedere con le quantità di acqua onde evitare i ristagni idrici. Durante la fase di maturazione è bene sospendere le irrigazioni per scongiurare i marciumi dei baccelli.

Irrigazione

Concimazione

Non necessita di concimazioni in quanto cresce bene anche in terreni poveri, ma laddove si volesse contribuire a una crescita più rigogliosa, si consiglia di aggiungere letame al substrato di coltura.

Impianto

L’impianto dell’arachide si effettua verso la fine della primavera, disponendo le piantine a file. La distanza tra le file dev’essere di 50-60 cm, mentre tra le piantine sono sufficienti 15-20 cm.

impianto arachide

Altri interventi

Durante le prime fasi di crescita è necessario rimuovere le piante infestanti che crescono in prossimità delle arachidi.

piante infestanti

Nel periodo di fioritura si effettua la rincalzatura per semplificare l’interramento dei frutti.

Malattie e parassiti

In qualità di pianta rustica e resistente non teme l’attacco da parte di parassiti. Tuttavia, nella fase di stoccaggio dopo la  raccolta bisogna fare attenzione ai roditori che vanno ghiotti di queste noccioline.

Raccolta

I baccelli possono essere raccolti quando le foglie iniziano a ingiallire (verso settembre e ottobre); solo allora i frutti raggiungono la massima produttività e le proprietà organolettiche ottimali. Per estirpare le noccioline dal suolo ci si aiuta con una forca, dopodiché le si mette ad asciugare per rimuovere più facilmente la terra.

raccolta arachide

Si selezionano i baccelli migliori e si fanno essiccare in ambienti asciutti e ventilati, allargandoli su reti a maglia fine o tavole di legno.

Moltiplicazione

La semina si effettua a febbraio in semenzaio protetto oppure tra aprile e maggio in pieno campo, quando il suolo ha una temperatura compresa tra i 15 e i 18 °C. Il terreno dev’essere vangato a una profondità di circa 25 cm e arricchito con compost o letame. I semi (non tostati) vanno sgranati e disposti a 2 cm di profondità senza rimuovere la pellicola rossa. Le arachidi hanno un forte potere germinativo e possono germogliare nel giro di 7-10 giorni.

Quando le piantine sviluppano 3-4 foglie si procede con il diradamento, estirpando quelle più deboli a beneficio delle più forti e rigogliose.

Arachide valori nutrizionali

Le arachidi sono alimenti nutrienti e proteici, ricchi di sali minerali (magnesio, potassio, fosforo e zinco) e con un elevato contenuto di vitamina E. Contengono inoltre sostanze antiossidanti, come i polifenoli e il resveratrolo, utili nella lotta all’invecchiamento e ai radicali liberi.

arachide calorie

In 100 grammi di noccioline americane tostate si contano circa 600 calorie, 25 g di proteine, 16 g di carboidrati e 50 g di grassi, mentre non contengono colesterolo.

Il contenuto di sodio è molto basso, ma aumenta inevitabilmente per gli snack salati.

Come si mangiano

La parte commestibile della pianta sono i semi, ma prima di mangiarli è necessario tostarli e spellarli. L’arachide tostata è consumata come frutta secca soprattutto nel periodo natalizio, ma anche come snack salato per aperitivi e feste.

croccante noccioline americane

L’industria dolciaria utilizza spesso le arachidi tostate come ingrediente per la produzione di croccanti e torroni, amalgamandole con caramello o cioccolato.

 

burro di arachidi

Il burro di arachidi, molto popolare negli Stati Uniti, è prodotto attraverso la macinatura dei frutti tostati e, grazie all’aggiunta di grassi, il composto diventa cremoso e spalmabile.

olio di arachide

I semi di arachide sono utilizzati anche per produrre l’olio. Il sapore delicato e l’elevato punto di fumo lo rendono ideale per la frittura, ma può essere utilizzato anche come semplice condimento o per la preparazione di salse come la maionese.

arachidi tostate

Per tostare i semi di arachide nel forno di casa si sbucciano, si dispongono su una teglia e si infornano a 170 °C per 20-25 minuti, controllandole periodicamente per evitare che si brucino. Al termine della tostatura si lasciano raffreddare e dopo  si possono consumare o utilizzare come ingrediente per preparare dolci o altre ricette.

Arachide | Coltivazione e valori nutrizionali delle noccioline americane ultima modifica: 2019-11-08T12:15:04+01:00 da PA

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

GRATIS

la rivista
multimediale

Leggila subito
e scarica il PDF

Un nuovo numero disponibile ogni due mesi.
Con costruzioni fai da te e idee per la tua voglia
di bricolage
e di giardinaggio