L’Alocasia è una pianta perenne dalle foglie bellissime, simili a orecchie di elefante; teme il freddo ed è ideale come pianta da appartamento

L’Alocasia è una pianta rizomatosa sempreverde appartenente alla famiglia delle Araceae. È originaria del sud-est asiatico e per via della forma delle sue foglie è anche detta “orecchia di elefante“.

Questa perenne è provvista di un rizoma sotterraneo dal quale si sviluppa l’intera pianta. La foglie sono molto grandi e a forma di cuore o freccia, più o meno larghe o strette in base alla specie. Sono carnose e di colore vario, ma di norma sono verdi, in tinta unita o con sfumature e screziature caratteristiche. Proprio per via delle loro dimensioni ricordano le orecchie di elefante (da qui il nome comune). La pianta produce piccoli fiori riuniti in spadici (infiorescenze simili a piccole pannocchie) e protetti da una spata simile a una foglia.


orecchio elefante

Questa sempreverde è coltivata per via delle belle foglie decorative. Teme il freddo (il suo habitat naturale è il sottobosco delle regioni tropicali) per cui cresce solo con determinate temperature; ciò fa di lei una perfetta pianta da appartamento.

Attenzione: tutte le parti dell’Alocasia sono tossiche, così come la linfa che a contatto con la pelle può provocare irritazioni.

Coltivazione

Moltiplicazione

La pianta si propaga grazie ai rizomi. Si procede separando un rizoma con almeno un paio di gemme e si tratta la superficie di taglio con un prodotto fungicida; questa va poi lasciata asciugare per un paio di giorni. In seguito si interra a una profondità di 3 cm in un contenitore con terreno umido, mantenuto tra i 20 e i 25°C. Quando le nuove piantine hanno sviluppato almeno 4 foglie si trapiantano in vaso.

Terreno

Questa pianta ama il terreno fertile e ben drenato con l’aggiunta di sabbia e torba.

Esposizione

Predilige gli ambienti illuminati, ma non esposti ai raggi diretti del sole. È particolarmente sensibile al freddo, per cui non va mai esposta al di sotto dei 15°C.

Alocasia pianta elefante

Irrigazione

Durante la primavera e l’estate necessita di irrigazioni abbondanti. Le annaffiature vanno invece diminuite in autunno e inverno, limitando gli apporti idrici al fine di mantenere appena umido il terreno.

Concimazione

Si consiglia di concimare una volta al mese in primavera e in estate, con fertilizzante ricco di micro e macro elementi.

sanderiana

Malattie e parassiti

L’Alocasia è soggetta all’attacco della cocciniglia che può essere rimossa pulendo la pianta con un batuffolo di cotone imbevuto con un po’ di alcool. Laddove tale metodo risultasse insufficiente sarà necessario ricorrere ad antiparassitari specifici.

Alocasia | Ecco come si coltiva la pianta orecchie di elefante ultima modifica: 2019-03-06T10:53:49+02:00 da Faidate Ingiardino

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

GRATIS

la rivista multimediale

Leggila subito
e scarica il PDF

Un nuovo numero disponibile ogni due mesi.
Con costruzioni fai da te e idee per la tua voglia
di bricolage
e di giardinaggio