Originario dell’Asia tropicale, il Gombo o Okra è un particolare ortaggio tropicale di facile coltivazione

Appartenente alla famiglia delle Malvaceae, il Gombo, cui nome scientifico è Abelmoschus esculentus, è una pianta che cresce fino a 2 m e più. Utilizzato come importante ingrediente della cucina del sud degli Stati Uniti e dei Caraibi, in altre parti del mondo è utilizzato soprattutto nel curry. I baccelli in cottura rilasciano una colla gelatinosa usata come addensante per gli stufati.

Gombo o Ocra verdura

Ha foglie molto grandi e fiori bianco-giallastri chiazzati di rosso o porpora. I baccelli cilindrici e affusolati sono lunghi circa 20 cm. Il momento ideale per raccogliere i baccelli di questa pianta è quando questi sono giovani e teneri. Pianta adatta a vivere alle nostre latitudini, rappresenta un’idea originale e nuova da introdurre nel nostro orto.

I baccelli di questa pianta vengono raccolti e impiegati bene in cucina.

Okra coltivazione

Esposizione

Necessita per la sua coltivazione di un’esposizione aperta e assolata. Nei climi freschi consigliamo uno sviluppo in serra calda.

Tipo di terreno

Scegliamo un comune terreno da giardino che sia molto caldo e ben drenato.

Irrigazione

Annaffiamo bene e moderatamente soprattutto laddove si presentino periodi di siccità.

Messa a dimora

Piantiamo i semi a 2-3 cm di profondità, in terreno caldo. Spaziamo le piante nane di 30-40 cm tra loro, mentre quelle più alte vanno a 45-90 cm di spazio tra le file.

Concimazione

Aggiungiamo del fertilizzante liquido in primavera per incoraggiare la crescita.

Raccolta

Raccogliamo giornalmente i baccelli giovani e teneri favorendo così ulteriori crescite.

Malattie e cure

Attaccato dagli afidi, possono essere rimossi ricorrendo a insetticidi naturali o inorganici.

Proprietà

Ricco di vitamine A,C e B6, questo ortaggio contiene anche elementi utili come calcio, potassio, zinco e acido folico, quest’ultimo utilissimo per le donne in gravidanza.

Gombo o okra | L’ortaggio tropicale di facile coltivazione ultima modifica: 2018-05-16T14:48:25+00:00 da Faidate Ingiardino

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata