Le fave (Vicia faba) si coltivano in terreni profondi e freschi, ma non arricchiti di letame fresco o fertilizzanti azotati

La fava è un’annuale dal portamento eretto che cresce oltre l’1,5 m di altezza, appartenente alla vasta famiglia delle Leguminosae. Nelle condizioni ideali é usata sia in cucina sia come foraggio. I legumi si raccolgono in primavera e in estate nelle regioni fresche, dove si semina a primavera. Oppure si semina in autunno per produrre frutti precoci l’anno seguente.

Le condizioni di coltivazione

Questi legumi richiedono terreni modertamente fertili, calcarei e ben drenati. Prediligono posizioni soleggiate e annaffiature copiose durante la crescita. Per favorire lo sviluppo di piante sane, pacciamiamole con concime animale o composta.

Coltivare le fave nell’orto

La fava non ama le condizioni caldo-asciutte. La semina si effettua in primavera coprendo l’area con un telo per coltura in modo da favorire la germinazione e la crescita, togliendolo non appena le piantine diventano grandi. I semi vanno collocati con l’aiuto di un trapiantatore in file distanti 60 cm e a 15 centimetri uno dall’altro.

Non appena le piante iniziano a crescere bisogna zappare tra i filari. In seguito si devono cimare gli apici di ogni stelo quando sono in fiore. Bisogna fare molta attenzione alla comparsa di parassiti che vanno eliminati con appositi trattamenti pena la completa distruzione della pianta rispettando la giusta distanza dal momento della raccolta.

I baccelli si possono raccogliere quando sono lunghi solo 8 cm per cucinarli e gustarli interi. Per consumare i semi teneri, si raccolgono i baccelli quando sono piccoli, senza lasciarli troppo a lungo sulla pianta perché diventano esageratamente grandi e le fave che contengono devono quindi essere essiccate o surgelate. Le fave sono ottime in minestre, ma anche bollite e condite con olio.

La semina

seminare fave

  1. È opportuno sostenere le piante, ad eccezione delle più piccole, con tutori e spago.
  2. Le fave sono racchiuse in un baccello piuttosto grosso e carnoso.

Quali utensili?

Sono indispensabili zappe e rastrelli.

Coltivare le fave | Guida passo-passo per non sbagliare ultima modifica: 2013-07-03T08:30:31+00:00 da Faidate Ingiardino

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.